Felegara - Pellegrino Parmense - Valico Sant'Antonio - S. Andrea Bagni (Parma)

Località di partenza Felegara (134 m) Parma
Lunghezza 62 km
Quota massima 650 m Valico Sant'Antonio
Dislivello complessivo in salita 1067 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Felegara (134 m) Parma
Acqua lungo il percorso SI - Varano de' Melegari - Pellegrino P.se
Parcheggio libero Via G. Deledda - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Parma si percorre la Tangenziale Nord seguendo le indicazioni stradali per Noceto. Dopo il paese si continua dritto sulla SP357 oltrepassando Medesano fino a giungere a Felegara.  Alla rotonda si prende la prima uscita seguendo l’indicazione stradale per S. Andrea Bagni e dopo pochi metri si gira a sinistra imboccando Via G. Deledda dove c’è il parcheggio.
Il castello di Varano de' MelegariLasciamo l’auto nel parcheggio e iniziamo a pedalare sulla strada provinciale che porta a Ramiola. Superato il paese, proseguiamo per Varano De’ Melegari (190 m), dove facciamo una sosta per fotografare la Dallara Academy, inaugurata ieri. Questa struttura, voluta dall’Ingegner Giampaolo Dallara, si sviluppa su due piani collegati da un’ampia rampa curva. Al piano superiore sono esposti vari modelli di automobili, dalla Miura all’X19, dalle vetture Sport ai prototipi di Le Mans, e auto che hanno corso nella Formula 3 e Formula E. Purtroppo oggi è domenica ed è chiuso, ma ci ripromettiamo di passare durante la settimana per la visitaDallara Accademy interna. Rimontati in sella attraversiamo il paese di Varano De’ Melegari e giunti alla rotonda davanti al castello dei Pallavicino, costruito sulla riva sinistra del fiume Ceno, ci fermiamo per fotografarlo. Fin qui abbiamo percorso 11 km pianeggianti e su strada a traffico scorrevole. Inizia adesso la salita costante che porta al paese di Pellegrino Parmense. Giunti a Montesalso facciamo un ultimo sforzo in salita per arrivare al valico di Case D’Asta (544 m). Da Varano a qui abbiamo percorso 8,1 chilometri con una pendenza media del 4,3%. Proseguiamo in discesa per circa 5 km, fino a Pellegrino Parmense (410 m). Il nome del paese Pellegrino Parmenseci ricorda che questo era un luogo frequentato dai pellegrini di passaggio sulla via Francigena. Passiamo all’esterno del paese e affrontiamo la “dura” salita che porta al valico di Sant’Antonio (Millepini), posto a 650 m s.l.m. Da Pellegrino P.se a qui abbiamo percorso 4 km con una pendenza media del 5,7%. Inizia una bellissima discesa che in poco tempo ci conduce al paese di Contignaco, un paesino a 4 km da Salsomaggiore Terme. A Contignaco giriamo a destra seguendo le indicazioni per San Vittore. Inizia ora la salita, dopo aver affrontato i primi due tornanti, la pedalata riprende il giusto ritmo e in poco tempo Valico Sant'Antonioraggiungiamo San Vittore (337 m). Altra veloce discesa prima di riprendere la “dura” salita che porta a Case Mezzadri (360 m). Quest’ultima è veramente più impegnativa rispetto alle altre, infatti, dopo aver attraversato il torrente Parola si affrontano 2,3 km con una pendenza media del 6%. Proseguiamo in discesa fino a raggiungere Varano Marchesi (162 m), dove giriamo a destra seguendo le indicazioni stradali per S. Lucia e S. Andrea Bagni. Affrontiamo l’ultima salita del percorso. Dopo 2,9 km con una pendenza media del 6% raggiungiamo il valico di Santa Lucia (357 m) e il Santuario omonimo. Ci Panoramariposiamo all’ombra delle piante di ippocastano e approfittiamo del fresco per mangiarci un panino. Dopo questa sosta ristoratrice rimontiamo in sella e dal valico proseguiamo in falsopiano fin dopo il cimitero poi inizia la discesa dove bisogna prestare particolare attenzione alla strada dissestata e velocemente arriviamo a Sant’Andrea Bagni (164 m). Questi ultimi chilometri sono, dal punto di vista panoramico, i più spettacolari e lo sguardo spazia sulle dolci e verdi colline circostanti. Arrivati alla rotonda, seguiamo le indicazioni stradali per Felegara – Medesano. DopoIl Santuario di Santa Lucia alcuni metri, sulla destra inizia una pista ciclabile dedicata, con fondo asfaltato, che velocemente ci permette di raggiungere Felegara. Sbucati sulla strada provinciale giriamo a sinistra e con poche pedalate arriviamo al parcheggio, dove avevamo lasciato l’auto al mattino. Qui approfittiamo del distributore di acqua, sia naturale che frizzante, che con 5 centesimi di euro eroga un litro d’acqua freschissima. 23/09/2018.


Altri itinerari nei dintorni
  1. Pellegrino Parmense
  2. Passo della Cisa
  3. Monte Canate
  4. Passo del Pellizzone
  5. Valico Sant'Antonio
  6.