Winterthur - Lago di Pfaffikon - Lago di Greifensee - Zurigo (Cantone Zurigo - Svizzera)

Località di partenza Winterthur (407 m)
Lunghezza 87,9 km
Quota massima 642 m
Dislivello complessivo in salita 1108 m
Ciclabilità 100% - 85% asfalto e 15% sterrato
Arrivo Winterthur (407 m)
Acqua lungo il percorso SI - ogni paese
Parcheggio a pagamento Renweg - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: dall’A1-A4 uscire a Winterthur – Wulfingen e imboccare la Hirzelstrasse che in seguito diviene Wulfingenstrasse. Giunti all’incrocio con Oberfeldweg si gira a destra dove ci sono alcuni parcheggi davanti alla chiesa. In caso siano tutti occupati si può continuare sulla Oberfeldweg sino all’incrocio con la Wartstrasse dove si gira a sinistra e si può parcheggiare nei pressi del campo sportivo, sempre a pagamento.
Il Lago di PfaffikonPartendo da Winterthur imbocchiamo Talhofweg e giriamo a sinistra su Wartstrasse. Continuiamo sempre dritto dirigendoci verso la stazione ferroviaria di Winterthur, dove, a causa dei lavori in corso, siamo costretti a salire le scale con bicicletta in spalla per sbucare su Bhanhofstrasse. Giriamo a sinistra su Stadthausstrasse e proseguiamo fino all’incrocio con Kasinostrasse dove giriamo prima a destra e successivamente a sinistra su Marktgasse. La via è piena di negozi e completamente pedonale, all’incrocio con Unterer Graben giriamo a destra e continuiamo sempre dritto. Attraversiamo Technikumstrasse imboccando Zeughausstrasse e giunti al bivio con Wildbachstrasse giriamo a destra. Proseguiamo sempre dritto su Mattenbachstrasse mantenendo il torrente Mattenbach sulla nostra destra. Seguiamo la segnaletica verticale di colore rosso dedicata alle biciclette indicante il n. 86 e giunti all’incrocio con la Heinrich Bosshardstrasse giriamo a destra. Continuiamo fino al bivio con la Waldeggstrasse dove giriamo a sinistra. Proseguiamo fino all’incrocio con la La casa con i segni zodiacaliTosstalstrasse, giriamo a destra e la costeggiamo rimanendo sulla pista ciclabile che si snoda a fianco della strada. Seguendo la segnaletica verticale indicante il n. 86 giriamo a destra, attraversiamo il fiume Toss e su pista ciclabile dedicata procediamo mantenendo il fiume sulla nostra sinistra. Giunti all’incrocio con la Weisslingerstrasse l’attraversiamo e giriamo a destra. Continuiamo a pedalare sulla pista ciclabile che si snoda a fianco della strada e in salita arriviamo a Weisslingen dove giriamo a destra imboccando un piccolo stradello a fianco di un campo di mais. Ancora una breve salita e giriamo a sinistra dirigendoci a Theilingen. Dopo il paesino ci reimmettiamo sulla Tosstalstrasse e giunti alle porte di Rumilkon giriamo a sinistra seguendo la segnaletica verticale n. 86. Pedaliamo sulla Russikerstrasse fino a Russikon e dopo la chiesa percorriamo Kirchgasse. All’incrocio giriamo a destra sulla Dorfstrasse e alla rotonda imbocchiamo Pfaffikerstrasse. Oltrepassiamo Sulzberg e arriviamo aZurigo Pfaffikon dove ci dirigiamo direttamente sul lungolago. Dalla partenza a qui abbiamo percorso 22,6 km superando un dislivello di 321 metri. Percorriamo 600 metri di sterrato e dopo il ponte di legno giriamo a destra pedalando su carrareccia fino ad immetterci sulla Usterstrasse dove, dopo aver attraversato la strada, giriamo a sinistra. Proseguiamo sulla pista ciclabile che costeggia la strada fino a Wermatswil poi attraversiamo la Usterstrasse e imbocchiamo la Vordergasse, sempre seguendo la segnaletica verticale della ciclabile. Ci fermiamo a fotografare una casa a graticcio sulla cui fiancata sono stati riprodotti i segni zodiacali. Proseguiamo sovrappassando la A53. Giunti a Uster giriamo a sinistra imboccando la Wermatswilerstrasse e pedaliamo su questa strada, che in seguito diviene Kreuzstrasse, fino all’incrocio con Freistrasse dove giriamo a destra. Proseguiamo fino all’incrocio con la Bahnhofstrasse, giriamo a sinistra, oltrepassiamo una Zurigospecie di rotonda e imbocchiamo la Zentralstrasse. Giunti all’incrocio con Schlossweg giriamo a sinistra, fotografiamo la chiesa Riformata e in forte salita arriviamo al castello (495 m), dove ci affacciamo dal punto panoramico. Rimontati in sella imbocchiamo Burgwegstrasse fino all’incrocio con Burgstrasse e alla rotonda prendiamo la Friedhofstrasse. Giunti al parcheggio proseguiamo per un chilometro su strada sterrata fino ad arrivare sulla Seefeldstrasse. Attraversiamo la strada, imbocchiamo un piccolo stradello e giriamo a destra ritrovando la pista ciclabile. Continuiamo a pedalare in tutta tranquillità fino a raggiungere la riva del Greifensee che costeggiamo fino all’omonimo paese. Imbocchiamo Stadlistrass, fotografiamo la chiesa e il castello, e proseguiamo su pista ciclo-pedonale fino ad arrivare nei pressi di Schwerzenbach dove giriamo a sinistra imboccando un piccolo stradello che ci conduce sulla riva del lago. In questa zona notiamo la presenza di molte cicogne. Rimontati in sella continuiamo suZurigo vista dal Lindenhof sterrato per 1,8 km fino ad arrivare a Fallanden dove riprendiamo l’asfalto. Giunti alla rotonda di Fallanden imbocchiamo Zurichstrasse e su strada leggermente trafficata affrontiamo la salita. Giunti al bivio con Binzstrasse teniamo la destra continuando a pedalare sulla Zurichstrasse fino ad arrivare alla rotonda. Dall’inizio della salita a qui abbiamo percorso 2,5 km superando un dislivello di 160 metri con una pendenza media del 6,4% e una pendenza massima dell’8,4%. Giriamo a destra sulla Witikonstrasse ed entriamo nella periferia di Zurigo. In discesa raggiungiamo il bivio con la Waserstrasse e giriamo a sinistra. Sempre in discesa arriviamo sulla Forchstrasse, di fronte al Museo degli Autobus (Tram Museum), attraversiamo la strada sulle strisce pedonali e ci fermiamo a fotografare alcuni vecchi tram elettrici. Riprendiamo il nostro giro, imbocchiamo la Buchenstein e saliamo vari gradini per arrivare sulla Buchenweg. Proseguiamo su varie Zurigostradine puntando sempre dritto fino ad arrivare sulla sponda del Lago di Zurigo. Continuiamo lungo la sponda del lago, passiamo accanto al Chinagarten e proseguiamo fino ad arrivare al ponte Quaibruck, dove visitiamo la Bellevue Platz. Oggi a Zurigo si sta svolgendo una famosa manifestazione detta “Iron Man”. Gli atleti devono esibirsi in gare di ciclismo, corsa e nuoto. La Iron Man Zurich Switzerland è la gara di qualificazione ufficiale per l’Iron Man Hawaii. Facciamo una breve sosta per e poi proseguiamo fino al giardino dove fotografiamo la statua di Ganimede insieme all’aquila. Da Winterthur a qui abbiamo percorso 50,3 km superando un dislivello di 674 metri. Proseguiamo la visita arrivando fino all’Arboretum poi imbocchiamo la Genferstrasse, giriamo a destra sulla Dreikogstrasse e proseguiamo dritto fino all’incrocio con la Bahnhofstrasse, dove giriamo a sinistra. Giunti a Paradeplatz giriamo a destra sulla Poststrasse e arriviamo al Fraumunster. Grazie alla gara che si sta svolgendo, la città è chiusa al trafficoZurigo: Grossmunster e così possiamo girare in tutta tranquillità. Imbocchiamo Zinnegasse e ci dirigiamo verso St. Peter, la parrocchiale più antica della città, dove facciamo una visita. La torre racchiude il più grande orologio d’Europa. All’interno possiamo vedere vari stucchi rococò e un fonte battesimale del 1598. Usciti dalla chiesa fotografiamo al n. 6 la casa Zum Armbrust del 1401, ricostruita nel 1628. Finita la visita proseguiamo su Agustinerstrasse e per altre vie arriviamo al Lindenhof, la «statio» romana del I sec. d.C. e trasformata in castello da Valentiniano I (IV sec.). Da qui si gode un bellissimo panorama su Zurigo. Ci portiamo lungo il Limmat dove sorge la cosiddetta Schipfe, un gruppo di case del XIII – XV sec. e ricostruite nel ‘600-‘700. Torniamo indietro fino al Munsterbruck (1838) e lo attraversiamo portandoci dalla parte opposta del fiume Limmat. Giriamo a destra, passiamo sotto i portici del bel palazzetto Helmhaus (1791-94), arrivando subito davanti alla chiesa Wasserkirch (1479-84), sostenuta da poderosi contrafforti e fotografiamo la statua dedicata al riformatore Zwingli (1855). L’interno ha delle magnifiche volte stellari. Ci dirigiamo al Grossmunster, la cattedrale di Zurigo, un imponente edificio romanico-gotico (1100-1250) che è considerata la chiesa madre della Riforma nella Svizzera tedesca. La fronte è stretta fra due alte torri, su quella di destra c’è una grande statua di Carlo Magno Zurigo(copia) mentre su quella di sinistra un rilievo di un cavaliere, la più antica figura equestre della Svizzera. Nell’interno notiamo i capitelli dei pilastri, opera di maestri lombardi (XII sec.), le vetrate del coro, la vasta cripta a tre navate dove si trova l’originale della statua di Carlo Magno. Purtroppo non possiamo visitare il chiostro (1200) su colonnine dai curiosi capitelli, perché è giorno di chiusura. Imbocchiamo la Munstergasse fino all’incrocio con Rindermarkt, dove giriamo a destra e continuiamo sulla Neumarkt. Attraversiamo la Seilergraben e imbocchiamo la Hirschengraben fino all’incrocio con la Schienhutgasse dove giriamo a destra. Saliamo fino all’Università ETH dove, dal piazzale, si gode un vasto panorama sulla città. Visitiamo l’interno, su tre piani, dell’Università ETH costituito da immensi saloni fiancheggiati da numerose colonne e scale. Rimontati in sella percorriamo la stessa strada dell’andata fino ad arrivare su Limmatquai, dove giriamo a sinistra e ci fermiamo a fotografare il Rathaus. Giriamo le biciclette e ci dirigiamo al Rudolf Brun Zurigo: la stazione ferroviariaBruck. Attraversiamo il ponte imboccando l’Uraniastrasse, giriamo a destra sulla Wedmuhleplatz e arriviamo alla stazione ferroviaria. Proseguiamo verso il Landes Museum fino ad arrivare nel punto in cui il Limmat e il Sihl si incontrano. Giriamo a destra, attraversiamo il ponte e poi giriamo a sinistra proseguendo il nostro giro su pista ciclabile dedicata. Continuiamo sulla Lux Guyer weg mantenendo l’Oberwasserkanal sulla nostra sinistra fino a quando giriamo verso destra e sbuchiamo sulla Kornhausstrasse. Pedaliamo sulla pista ciclabile che corre a fianco della strada fino all’incrocio con la Rotbuchstrasse, dove la ciclabile prosegue dalla parte opposta della strada. Giriamo a destra sulla Rothstrasse e raggiungiamo l’Irchelpark, dove all’interno si trova l’Allmendsee. Proseguiamo sulla ciclabile fino ad immetterci sulla Frohburgstrasse, giriamo a sinistra e la percorriamo tutta. Continuiamo sulla Hubenstrasse fino a Schwamendingen, passiamo a fianco del cimitero e pedaliamo sulla Stettbuchstrasse fino all’omonimo paese. Giriamo a sinistra sulla Sagentobelbachstrasse, giriamo a destra Wangen-Brüttisellen: la fontanasulla Neugutstrasse e arriviamo a Dubendorf. Imbocchiamo sulla sinistra la Banhofstrasse, oltrepassiamo la stazione ferroviaria, costeggiamo l’aeroporto militare, sovrappassiamo l’A53 e arriviamo a Wangen dove ci fermiamo alla fontana per ricaricare le borracce. Seguiamo la ciclabile sulla Kindhausenstrasse e pedaliamo in aperta campagna fino ad arrivare a Effretikon. Proseguiamo oltrepassando i paesini di Grafstal e Kemptthal, sovrappassiamo l’A1 e giungiamo a Toss. Costeggiamo i binari della ferrovia fino alle porte di Winterthur, dove all’incrocio con Pionierstrasse giriamo a sinistra, attraversiamo la Zurcherstrasse, costeggiamo i campi sportivi e ci immettiamo sulla Wartstrasse. Da qui seguiamo la stessa strada dell’andata fino a casa. 29/07/2018. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Cascate del Reno
  2. Rundweg Winterthur
  3. Winterthur - Zurigo