Küssnacht am Rigi – Lucerna (Cantone Svitto – Svizzera)

Località di partenza Küssnacht am Rigi (445 m)
Lunghezza 52 km
Quota massima 606 m
Dislivello complessivo in salita 721 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Küssnacht am Rigi (445 m)
Acqua lungo il percorso SI - in ogni paese
Parcheggio a pagamento Oberdorf – Link (5 CHF per l’intera giornata)
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Zurigo si percorre l’autostrada n. 4 fino a Kussnacht dove si prosegue sulla Zugerstrasse. Giunti all’incrocio dove la segnaletica verticale indica Weggis - Kussnacht giriamo a destra e ci immettiamo sulla Oberdorf. All’altezza del cimitero giriamo a sinistra e parcheggiamo nell’ampio piazzale. Il costo del biglietto, per un’intera giornata, è di 5 Franchi Svizzeri.
La ciclabile tra Kussnacht e LucernaLasciamo l’auto nel parcheggio e iniziamo a pedalare sulla strada verso il centro di Kussnacht nei pressi di Lucerna. Arrivati sul lungolago giriamo verso destra e continuiamo a pedalare su Quaistrasse. Giunti al bivio con Lizistrasse giriamo a destra e proseguiamo fino alla rotonda dove giriamo prima a sinistra e poi a destra. Passiamo sotto i binari della ferrovia e continuiamo per 70 metri fino alla curva dove proseguiamo dritto su pista ciclabile seguendo la segnaletica verticale di colore rosso con il numero 38. La strada sale fino a raggiungere i 606 metri di altitudine, il punto più alto dell’itinerario di oggi. Proseguiamo fino a Meggen, dove la ciclabile si immette sulla Kreuzbuchstrasse, e continuiamo a pedalare fino a Lucerna. Giunti alla rotonda giriamo a sinistra sulla Bruelstrasse, passiamo sotto la linea ferroviaria eLucerna: San Leodegar (Hofkirche) giriamo a destra. Riprendiamo la pista ciclabile, che si snoda a fianco della Haldenstrasse, e giunti al parco Carl Spitteler Quai giriamo a sinistra ed entriamo nel parco. Ci fermiamo a fotografare due statue con i cavalli che ci ricordano i Dioscuri e poi proseguiamo blandamente guardandoci intorno. Il lungolago è molto bello, si snoda fra due file di alberi intervallate da panchine con vista lago. Giunti nei pressi di Kurplatz lasciamo il lungolago, attraversiamo Haldenstrasse, giriamo a destra e poi subito a sinistra imboccando Stiftstrasse. Al primo incrocio giriamo a destra, saliamo alcuni gradini e andiamo a visitare la collegiata dedicata a San Leodegar (Hofkirche). La facciata è affiancata da due torri campanarie gotiche con base quadrata alte 63 metri. Nell’interno fotografiamo l’altare della Deposizione, l’altare della Dormizione e gli stalli lignei del coro. Proseguiamo il nostro giro dirigendoci verso il Bourbaki PanoramaLucerna: il leone morente percorrendo Weystrasse e Lowenplatz. Imbocchiamo Denkmalstrasse, passiamo a fianco dell’Alpineum e giungiamo al Lowendenkmal dove fotografiamo il monumento del Leone, dedicato alle Guardie Svizzere della famiglia reale di Francia cadute nel 1792 durante la Rivoluzione francese. Il posto è molto suggestivo, nella parete di roccia è stata ricavata una nicchia dove è scolpito il leone morente che poggia la testa su uno scudo con un giglio (simbolo dei reali di Francia). In alto è scolpita la scritta “Helvetiorum fidei ac virtuti” (Alla lealtà e al coraggio degli svizzeri ). Nel 1880 lo scrittore statunitense Mark Twain ha elogiato questa scultura come «il pezzo di pietra più triste e commovente del mondo». Proseguiamo dritto, giriamo a sinistra, ci immettiamo sulla Zurichstrasse, attraversiamo sulle strisce pedonali, e imbocchiamo, sulla destra, la Fluhmattweg. Proseguiamo in salita per circa 600 metri con una pendenza media del 4,6% fino ad Lucerna: il leone morentearrivare a Museggmauer, un tratto ben conservato delle mura cittadine (XIV – XV sec.) con otto torri merlate. Costeggiamo il muro fino ad arrivare alla Wachtturm dove è possibile entrare gratuitamente e salire sul camminamento di ronda. Lasciamo le biciclette, saliamo vari gradini all’interno della Wachtturm e proseguiamo sul camminamento di ronda, passiamo la Zytturm fino a arrivare alla Schirmerturm. Lungo questo tragitto, che consigliamo di percorrere, si possono ammirare vari punti panoramici sulla città di Lucerna, il suo lago e il Monte Pilatus. Torniamo verso il lungolago passando sotto la Schirmerturm, imbocchiamo la Museggstrasse, giriamo a sinistra sulla Mariahulfgasse, continuiamo verso la Falkenplatz e giungiamo sullo Seebruck. Ci fermiamo per fotografare il monumento simbolo di Lucerna, il Kappelbruche, che da questa posizione possiamo ammirare in tutta la sua bellezza. Dopo il ponte giriamo a destra e Lucerna: Kappelbruchefotografiamo la segnaletica verticale indicante molte piste ciclabili: n. 3 Aarau (56 km) e Sursee (26 km); n. 9 Zug (30 km); n. 24 Schüpfheim (40 km); n. 38 Willisau (38 km); n. 56 Hochdorf (19 km); n. 67 Beromünster (27 km) e il n. 77, per MTB, Willisau (33 km). C’è anche un percorso per i pattini a rotelle, n. 66 Zug (35 km). Proseguiamo il nostro giro arrivando al Kappelbruch, il caratteristico ponte coperto in legno più antico d’Europa, lungo 204 metri. Lo percorriamo in tutta la sua lunghezza con bicicletta a mano. Usciti dal ponte ci dirigiamo alla Kappelplatz, una piazza medievale con al centro una fontana neorinascimentale circondata da case del XVI sec. Dietro la Peterskapelle si trova l’Haus zur Gilgen, l’abitazione gotica più grande della città, costruita nel 1507-10 e barocchizzata nel 1732. Proseguiamo lungo il corso del fiume Reus fino al Lucerna: Kappelbrucheponte successivo dove giriamo a destra, saliamo alcuni scalini e arriviamo in Kornmarkt, una tipica piazza della città vecchia. Fotografiamo l’Altes Rathaus e proseguiamo lungo la Kornmarktstrasse fino ad arrivare Weinmarkt, la piazza principale della città, con molte case dipinte. Attraversiamo lo Spreuerbrucke, caratteristico ponte in legno, coperto, detto anche “ponte dei mulini”, decorato con pannelli dipinti rappresentanti una danza macabra opera del pittore Caspar Meglinger (1626-36). Giunti sulla sponda opposta del Reus giriamo a sinistra su Reussteg e al bivio con la Burgerstrasse giriamo a destra. Alla fine della strada giriamo a sinistra imboccando Franziskanerplatz e ci fermiamo davanti alla chiesa gotica dei Francescani, la Franziskanerkirche dove entriamo per ammirare il pulpito, di N. Geisler (1628), gli stalli e la cappella in fondo Lucernaa sinistra, coperta di volte a rete e ornata di stucchi del 1626. Finita la visita continuiamo su questa strada fino ad arrivare sul lungolago dove giriamo a destra giungendo davanti alla Jesuitenkirche che ha la facciata stretta fra due torri a coronamento a bulbo, del 1893. Proseguiamo la visita dirigendoci alla Bahnhofplatz dove fotografiamo il monumentale ingresso, a forma di arco di trionfo, della vecchia stazione ferroviaria (1893-96), distrutta da un incendio nel 1971. Continuiamo sul lungolago, passiamo sopra al Werftsteg bridge, dove fotografiamo alcuni vaporetti turistici, e proseguiamo sulla Landerbergstrasse fino ad immetterci sulla Tribschenstrasse. Giriamo a sinistra sulla Richard Wagner weg e arriviamo alla villa dove Wagner soggiornò fra il 1866 e 1872. In questo luogo tranquillo presero vita alcune delle opere più Lucernaimportanti: “Sigfrido”, “Maestri Cantori” e il “Crepuscolo degli Dei”. Oggi la villa è stata trasformata nel Richard Wagner Museum. Sempre in sella alla bicicletta ci portiamo in riva al lago dove scattiamo varie foto, alcune verso Lucerna, altre con la vista della villa e il Monte Pilatus. Sono le ore 11 e ci sediamo su una panchina vista lago per fare uno spuntino. Dopo questa bella sosta riprendiamo il nostro giro, ritorniamo sulla Tribschenstrasse e proseguiamo sulla Langensandstrasse, fra continui sali e scendi, fino ad arrivare a Winkel. Qui lasciamo il lago girando a destra e imboccando la Kantonsstrasse fino a Horw. Alla rotonda giriamo a sinistra sulla Ringstrasse, passiamo sotto la linea ferroviaria e giunti all’incrocio con la Wegmattstrasse giriamo a destra seguendo la puntuale segnaletica verticale Svizzera Richard Wagner Museumindicante Luzern/Allmend e Kriens. Proseguiamo su questa strada, attraversiamo il passaggio a livello e poi giriamo a sinistra sulla Brandistrasse. Dopo la stazione ferroviaria di Kriens-Mattenhof inizia una bella pista ciclabile che seguiremo fino ad arrivare a Lucerna dove giriamo a sinistra sulla Biregstrasse. All’incrocio con la Obergrundstrasse giriamo a destra e velocemente raggiungiamo la Franziskanekirche dove eravamo stati la mattina. Da qui ci riportiamo sul lungolago, attraversiamo il Seebrucke e percorriamo a ritroso la stessa strada del mattino fino al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. 31/08/2018. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Giro del Lago di Zug
  2. Lucerna
  3.