Aprica – Pian di Gembro – Monte della Croce (Sondrio)

Località di partenza Aprica (1200 m ) - Sondrio
Quota massima 1489 m Monte della Croce
Dislivello complessivo in salita 300 m
Arrivo Aprica (1200 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso NO
Parcheggio libero Aprica, via Bernina - Link

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SS38 in direzione di Tirano. Giunti al paese di Tresenda si lascia la SS38 girando a destra e dopo il passaggio a livello si percorre la SS39 in direzione di Aprica. Arrivati al centro del paese, di fronte all’ufficio del turismo, si gira a sinistra in via Bernina.

Lungo il sentiero che porta a Pian di GembroGiunti al centro di Aprica parcheggiamo l’auto e iniziamo a camminare partendo dal paese di Dosso (vedi itinerario Aprica-Monte Belvedere). Giunti a Pian di Gembro percorriamo un tratto della pista sci daPian di Gembro fondo mantenendo il lato a sinistra della torbiera fino alla chiesetta di San Fortunato. Da qui costeggiamo la torbiera, in questa direzione situata alla nostra destra, e proseguiamo per un breve tratto sulla strada fino a intercettare, a sinistra, il percorso storico-militare che ci porta al monte della Croce. Lungo questa mulattiera, percorribile per la maggior parte in salita, si possono osservare alcune postazioni militari della prima guerra mondiale che fanno parte della “Linea Cadorna”. Proseguiamo fino a intercettare il sentiero che proviene dall’agriturismo “Antica quercia”. Continuiamo la salita verso il Monte della Croce lungo la quale sono dislocati alcuni cartelli descrittivi, sia inerenti la geologia e la botanica della zona, che Il sentiero storico - militarele caratteristiche delle postazioni militari. Dopo aver superato un tornante e percorso un breve tratto di salita troviamo la “prima galleria”, che si presenta come una grotta scavata nella roccia dove i soldatiPostazione militare sul monte della Croce posizionavano la mitragliatrice o un pezzo d’artiglieria da montagna. Poco oltre, sulla sinistra, è individuabile un’ampia piazzola utilizzata anch’essa per scopi militari. Riprendiamo la ciaspolata e dopo pochi metri incontriamo la “seconda galleria”, poco più profonda e più ampia della prima. Procediamo fino a giungere a un bivio dove il sentiero a sinistra ci porta alla nostra meta (Monte della Croce - 1489 m), mentre a destra, poco più avanti, ci sono altre postazioni militari. Dopo una breve sosta, ci incamminiamo verso il monte della Croce. Qui scopriamo che non si ha una vasta panoramica, a causa della folta vegetazione ampliatasi negli anni. Il cartello esplicativo posto davanti alla postazione militare informa che qui, nel 1915-18, la cima era spoglia di Panorama sul versante reticovegetazione e la visuale era quindi molto più estesa dei giorni nostri. Riprendiamo la discesa seguendo il percorso dell’andata fino a giungere al sentiero che ci conduce verso l’agriturismo “Antica quercia” sempre con le ciaspole ai piedi. In poco tempo giungiamo sulla strada principale Pian di Gembro-Trivigno. Percorriamo un breve tratto e prendiamo, quasi subito, il sentiero a destra che in pochi passi ci conduce di nuovo alla torbiera di Pian di Gembro. Oltrepassiamo il Rifugio Oasi e arriviamo al parcheggio, nei pressi del quale è presente un’ampia piazzola attrezzata per il barbecue, da dove parte il sentiero, ampiamente segnalato, per le ciaspole. I cartelli, con le ciaspole disegnate su sfondo rosso, si alternano a segnavia rettangolari giallo-rossi. Superiamo un ponte di legno e ci inoltriamo nel bosco dopo aver attraversato la pista sci da fondo. Il sentiero è molto bello, ben battuto, e con brevi tratti di pendenza che si alternano a falsipiani, raggiungiamo un bel punto panoramico sulle cime orobiche da un lato e su quelle retiche dall’altro. Proseguiamo fino a incrociare il sentiero n. 49, già percorso all’andata, e in circa quindici minuti arriviamo alle località Dosso e Aprica. Notiamo che una buona parte del sentiero in discesa nasconde delle insidie dovute al ghiaccio che, coperto dalle foglie, non permette una buona stabilità. Si consiglia di percorrere questo sentiero quando c’è molta neve e quindi con la possibilità di utilizzare le ciaspole. 03/01/2011. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Monte Belvedere
  2. Monte della Croce
  3. Riserva di Sant'Antonio
  4. Pian di Gembro
  5. Rifugi Baradello e Valtellina