Briotti - Baita Spanone - Lago di Santo Stefano - Lago di Sopra (Sondrio)

Località di partenza Briotti (1060 m) Sondrio
Lunghezza 13 km
Quota massima 2123 m Lago di Sopra
Dislivello complessivo in salita 1136 m
Arrivo Briotti (1060 m)
Acqua lungo il percorso SI - Lago di Santo Stefano
Parcheggio libero Briotti - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Sondrio si prende la strada statale 38 in direzione di Tirano. Prima di arrivare a Chiuro, sulla destra, si seguono le indicazioni stradali per Sazzo. Passato il paese si continua per Briotti.
Lago di Santo StefanoLasciamo l’auto nel parcheggio libero di Briotti e in compagnia di Chiara e Sabrina ci incamminiamo verso il centro del paese. Seguiamo la segnaletica verticale indicante i Laghi di Santo Stefano (ore 2,40) e il Rifugio Donati (ore 4,00) posizionata davanti al bel lavatoio coperto, datato 1930. Di fronte al lavatoio scopriamo il plastico della zona, una riproduzione dettagliata di tracce e sentieri, compresi i tempi di percorrenza. Proseguiamo in una strettoia fra vecchie case dai muri di pietra e usciamo dal paese iniziando la salita attraverso i prati. Dopo circa 10 minuti, all’altezza di alcune baite, svoltiamo a destra e poi al primo bivioVerso il Lago di Santo Stefano a sinistra. Superato il bivio il sentiero prosegue in falso piano fino ad arrivare al piccolo nucleo di case “Prati di Torre”. Sulla destra troviamo un cartello di legno che indica il rifugio Donati e i Laghi di Santo Stefano. Inizia ora una salita impegnativa attraverso il bosco su sentiero ben segnalato. In prossimità del torrente Tripolo, sulla sinistra, troviamo una singolare costruzione in pietra che ci ricorda le antiche ghiacciaie. Il sentiero prosegue sempre in salita fino alla Baita Spanone (1454 m), una baita diroccata e pericolante. Il sentiero non è molto panoramico e solo in alcuni tratti è possibile vedere alcune cime delle Alpi Retiche. Saliamo Rododendri in fiore e il Lago di Santo Stefanoancora attraverso prati e boschi fino a quando sbuchiamo in una piccola radura dove ci colpisce la fioritura dei rododendri. Il sentiero sale snodandosi a fianco dei rododendri e finalmente giungiamo sotto il muro della diga. Sulla nostra destra sorge la chiesetta di Santo Stefano (1839 m) e il sentiero prosegue passandoci a fianco. Un’altra salita fra rododendri in fiore e giungiamo sopra la diga dove possiamo ammirare il Lago di Santo Stefano. L’ultima volta eravamo stati qui nel 2015 (link). Scattiamo qualche foto e proseguiamo sul sentiero costeggiando il lago. Da Briotti al LagoSabrina e Chiara sul sentiero che conduce al Lago di Sopra di Santo Stefano abbiamo percorso 4,3 km con una pendenza media del 18,8%. Superata la casera prendiamo il sentiero erboso che dopo poco si trasforma in una piccola carrareccia e procediamo agevolmente fermandoci ogni tanto per fotografare i rododendri in fiore. E’ incredibile come l’intera zona sia ricoperta dai rododendri in fiore e consigliamo agli escursionisti di visitare il luogo in questa stagione. A mano a mano che saliamo possiamo vedere il Lago di Mezzo (1933 m), il Lago di Santo Stefano, Aprica, Pian di Gembro, Teglio e in lontananza Tirano. Dopo un tratto in leggera salita arriviamo al Lago di Sopra (2139 m) e ci Lago di Soprafermiamo per mangiare una banana e una bisciolina (specialità valtellinese a base di frutta secca) mentre Chiara e Sabrina hanno portato due porzioni di cuscus. Dalla casera che si trova alla fine del Lago di Santo Stefano fino al Lago di Sopra abbiamo percorso 1,5 km con una pendenza media del 17,9% mentre dal parcheggio di Briotti al Lago di Sopra abbiamo percorso 6,2 km con una pendenza media del 17,7%. Dopo aver scattato numerose foto al magnifico paesaggio che ci circonda riprendiamo il sentiero dell’andata fino alla casera del Lago di Santo Stefano. Decidiamo di percorrere l’altra sponda del lago e così imbocchiamo il sentiero, che dopo una leggera discesa, prosegue Lago di Mezzo e Lago di Santo Stefanoin piano. Giunti sulla sponda opposta ci incamminiamo verso la casa del custode, teniamo la destra e imbocchiamo il sentiero in leggera salita. Giunti in cima proseguiamo su sentiero girando verso sinistra e ci riportiamo ai piedi della diga fino a raggiungere la croce. Da qui in poi seguiamo lo stesso itinerario dell’andata fino a Briotti e il parcheggio. 25/06/2018. Per visualizzare altre foto: link.

 

Altri itinerari nei dintorni
  1. Rifugio Mambretti
  2. Laghi di Santo Stefano 1
  3. Armisola trekking
  4. Vedello - Briotti
  5. Laghi di Santo Stefano 2
  6. Armisola ciaspole
  7. Lago di Scais
  8. Baite di Pessa
  9. Armisola MTB
  10. Lago di Venina
  11. Passo del Forcellino
  12.