Chiesa in Valmalenco - Alpe Lago - Alpe Pirlo - Primolo (Sondrio)

Località di partenza Chiesa in Valmalenco (960 m) Sondrio
Lunghezza 11,5 km
Quota massima 1668 m bivio per Alpe Giumellino
Dislivello complessivo in salita 757 m
Arrivo Chiesa in Valmalenco (960 m) Sondrio
Acqua lungo il percorso SI - Alpe Lago - Primolo
Parcheggio libero Via V Alpini - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Sondrio si prende la strada provinciale n 15 per Chiesa in Valmalenco. Da qui si segue l’indicazione per Primolo. Il parcheggio libero si trova in via V Alpini.
Verso l'Alpe LagoLasciamo l’auto nel parcheggio libero e iniziamo a camminare lungo la strada che porta a Primolo. Dopo poco, sulla destra, la segnaletica verticale indica il sentiero per Primolo, che ignoriamo, e proseguiamo sulla strada fino a Dosselli. Al primo tornante si prende la deviazione a sinistra, dove troviamo la segnaletica verticale che indica il Lago di Chiesa (ore 1,20) e il Rifugio Bosio (ore 3,20). Lasciamo l’asfalto per proseguire sul sentiero che si inoltra nel bosco, allietati dall’inizio della fioritura dell’erica, molto abbondante in questo sottobosco. Il sentiero si inerpica in salita ed è lo stesso già percorso nel mese di dicembre 2010 e gennaio 2012 (vedi itinerari 2010 - 2012). Dopo aver attraversato la strada che conduce all’Alpe Lago il sentiero che si inoltra nel bosco è ricoperto di neve. Proseguiamo senza problemi con gli scarponcini in goretex che ci consentono di tenere i piedi asciutti e, per sicurezza, nello zaino, abbiamo i ramponi. A mano a mano che saliamo lo strato di neve si fa più Alpe Lagoabbondante ma non affondiamo in quanto sul sentiero ci sono già passati altri escursionisti. Camminiamo in questo luogo pieno di neve sorvegliati a vista dal Pizzo Scalino (3323 m). La calma che si respira è totale, solo il cinguettio degli uccellini allieta la nostra escursione. Arriviamo al Lago di Chiesa (1612 m), denominata anche Alpe Lago, e ci fermiamo alla chiesa per una sosta ristoratrice dove approfittiamo per mangiarci un panino e bere una tazza di tè caldo. Purtroppo qualche nuvola oscura il sole e il vento freddo ci consiglia di riprendere il cammino. Proseguiamo verso Giumellini (30 minuti) e Alpe Pirlo (50 minuti), così come indicato dalla segnaletica verticale. Alpe LagoPrendiamo il sentiero che porta all’Alpe Giumellino seguendo le tracce sulla neve in quanto i segnavia bianco-rossi non sono sempre visibili. In breve arriviamo sulla strada che porta a Giumellini, denominata anche Alpe Giumellino (1760 m), giunti al bivio teniamo la destra approfittando della carrareccia silvo-pastorale che prosegue verso l’Alpe Pirlo. Purtroppo non c’è nessuna segnaletica verticale indicante la direzione, ma grazie al Garmin possiamo vedere dove conduce la carrareccia. Camminiamo sulla neve già battuta dalle motoslitte, sempre senza affondare, e proseguiamo ammirando il panorama, mantenendoci ad una quota di 1600 metri. Giunti all’Alpe Pirlo (1591 m) continuiamo a seguire la carrareccia che, purtroppo termina in località Pizzo ScalinoPrato (1615 m). Qui la segnaletica verticale indica Primolo (ore 0,40) e Chiesa in Valmalenco (ore 1,10). Proseguendo dritto si arriva all’Alpe Pradaccio (ore 0,15), Laghetti di Sassersa (ore 2) e Passo Ventina (ore 3). Seguiamo le indicazioni per Primolo e ci inoltriamo nel bosco di abeti e larici, seguendo le impronte lasciate da un escursionista e i radi segnavia bianco-rosso. La discesa si fa più ripida e in alcuni tratti affiorano delle lastre di ghiaccio e così decidiamo di mettere i ramponi per camminare più sicuri. Giunti alle porte di Primolo (1274 m) continuiamo verso il paese ignorando la segnaletica verticale indicante Chiesa in Valmalenco. Dopo un altro tratto di discesa giungiamo nei pressi del campo sportivo Un tratto della carrareccia verso l'Alpe Pirlodove nei mesi estivi parcheggiamo l’auto per recarci ai Laghetti di Sassersa (link), un altro meraviglioso itinerario nella zona della Valmalenco. Proseguiamo lungo le vie del paese dirigendoci verso la strada che sale da Chiesa in Valmalenco. Giunti all’altezza del cimitero giriamo a sinistra e imbocchiamo il comodo sentiero sterrato seguendo le indicazioni per Chiesa in Valmalenco. Superiamo il cimitero di Primolo e proseguiamo lungo la mulattiera fino ad arrivare ad un bivio dove la segnaletica verticale indica dritto per contrada Montini (5 minuti) e a sinistra Contrada Costi (5 min.). Giriamo a sinistra e velocemente giungiamo davanti al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. 27/03/2018. Per visualizzare altre foto: link

Altri itinerari nei dintorni
  1. Alpe Giumellino
  2. Laghetti di Sassersa
  3. Rifugio Bosio - Ciaspole
  4. Passo di Campolungo
  5. Caspoggio - Rifugio Cristina
  6. Rifugio Bosio - MTB
  7. Sentiero Rusca 2a tappa
  8. Alpe Lago - Alpe Pirlo - Ciaspole
  9. Sentiero dell'Erica