Prato Valentino - Dosso Laù - Monte Brione (Sondrio)

Località di partenza Prato Valentino (1680 m) Sondrio
Lunghezza 8,3 km
Dislivello complessivo in salita 663 m
Quota massima 2373 m
Arrivo Prato Valentino (1680 m) Sondrio
Acqua lungo il percorso NO
Parcheggio libero Davanti alla Baita del Sole - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SS38 in direzione di Tirano. Arrivati a San Giacomo, si gira a sinistra, si prende la salita che porta al paese di Teglio (900 m). Arrivati in centro si segue Via Milano, si svolta a destra (attenzione) su via Sagli e poi si seguono i cartelli per Prato Valentino. Non ci sono molte indicazioni.
Verso Monte BrioneIniziamo la nostra prima escursione con le ciaspole dell’anno dirigendoci al Monte Brione. Oltrepassiamo la Baita del Sole e giriamo a destra imboccando il sentiero battuto che viene utilizzato anche come pista da sci. Oggi è lunedì e sia gli impianti di risalita sia la Baita del Sole sono chiusi. Il sentiero è largo, ben battuto, non molto impegnativo e offre magnifici panorami verso le cime delle Alpi Orobie. Lungo il cammino incontriamo la prima segnaletica verticale indicante Paso Meden (ore 2,05), Lughina (ore 4,25) e Saline (ore 0,55). Proseguiamo su questo sentiero, largo e ben battuto, che ogni tanto si interseca con laPanorama sulle Alpi Orobie pista da sci. Arrivati a Dosso Laù (2034 m) scattiamo qualche foto prima di riprendere la salita. Senza troppa fatica arriviamo in località Le Saline (2018 m) dove la segnaletica verticale indica Passo Meden (ore 1,10), Lago Regina (ore 2) e Lago dei Matt (ore 2,20). Proseguiamo sulla sinistra prendendo il sentiero per le ciaspole ed evitando la pista da sci. Dopo un tornante, dove si trova un casello dell’acqua, sbuchiamo vicino ai pali dello skilift a piattello. Sotto di noi possiamo vedere la stazione di arrivo della seggiovia biposto che proviene da Prato Valentino. Da qui parte una ripida salita che affrontiamo ciaspolando a fianco della pista Dosso Laùda sci. Giunti ad un tornante a quota 2300 metri vediamo la deviazione per il Passo del Meden e noi pieghiamo a sinistra e continuiamo la salita. Giunti davanti a un casottino di legno ci fermiamo per berci una tazza di te caldo e mangiare un cornetto. Siamo a quota 2380 metri e mancano ancora 100 metri di dislivello per arrivare alla stazione di arrivo dello skilift, proprio sotto la cima del Monte Brione. Nonostante la forte pendenza, la zona non è soggetta a valanghe e si può percorrere il sentiero senza pericolo fino alla cima. Incontriamo due coppie di ragazzeUn tratto della salita verso il Monte Brione che praticano lo sci alpinismo e le invidiamo pensando alla loro veloce discesa mentre noi saremo costretti ancora a ciaspolare fino al parcheggio. Oggi è una bella giornata di sole e siamo contenti di essere qui dopo circa tre mesi di brutto tempo quasi ininterrotto. Il passo del Meden non è raggiungibile perché l’area in prossimità di esso è a rischio di valanghe. Eravamo saliti al Passo del Meden a luglio 2017 (link) e conserviamo ancora un bellissimo ricordo di quella magnifica escursione. 26/03/2018. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni

  1. Lago Lavazza
  2. Prato Valentino - Trek
  3. Monte Brione
  4. Lago di Belviso
  5. Prato Valentino - MTB
  6. Teglio
  7. Pian di Gembro
  8. Passo del Meden
  9. Palazzo Besta