San Giuseppe – Rifugio Motta – Rifugio Palù – Lago Palù (Sondrio)

Località di partenza San Giuseppe - rifugio Sasso Nero (1600 m) - Sondrio
Quota massima 2236  m rifugio Motta
Dislivello complessivo in salita 750 m
Arrivo San Giuseppe - rifugio Sasso Nero (1600 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso SI
Parcheggio libero San Giuseppe - rifugio Sasso Nero - Link

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SP15 fino a Chiesa in Valmalenco, poi si seguono le indicazioni stradali per la località di Chiareggio. Dopo circa 5 km si arriva a San Giuseppe e si prende la strada sulla destra che porta al Rifugio Sasso Nero dove c'è un ampio parcheggio libero.

La pista da sci che parte a fianco del rifugio BarchiPrendiamo la strada che da Sondrio porta a Chiesa in Valmalenco e da qui imbocchiamo la direzione per la località di San Giuseppe, dove lasciamo l’auto nel parcheggio degli impianti della seggiovia, situato appena sopra il paese. Nel primo tratto, seguendo la strada asfaltata, che in questi giorni è coperta di neve ghiacciata, iniziamo a camminare con gli scarponcini da trekking, senza le ciaspole. Ignoriamo sia la prima che la seconda deviazione che incontriamo sulla sinistra e proseguiamo seguendo le indicazioni per i rifugi Motta e Palù. Poco prima di arrivare al rifugio Barchi indossiamo le ghette e le ciaspole e raggiungiamo il rifugio Barchi a quota 1750 m. Risaliamo il pendio seguendo laPanorama dal Rifugio Motta pista di sci discesa, in alcuni punti molto ripidi, sino ad arrivare all’Alpe Palù (2012 m), dove c’è l’arrivo della seggiovia. Sempre seguendo questa pista, oggi deserta perché gli impianti sono chiusi a causa del forte vento, arriviamo al rifugio Motta (2236 m). Dalla terrazza del rifugio si ha una bella vista su Chiesa in Valmalenco, Caspoggio, e le montagne. Le forti e fredde folate di vento ci inducono a scendere a bassa quota e ci dirigiamo verso il lago Palù (1921 m). Il lago è completamente ghiacciato e lo costeggiamo prendendo il Il baitone del 1700 circasentiero sulla sinistra. Per gli appassionati di sci di fondo è possibile percorrere un anello intorno al lago Palù. Qui si può ammirare un antico “baitone” del 1700 circa, sicuramente di notevole interesse, ma allo stato attuale bisognoso di un po’ di restauro. Proseguiamo il giro del lago fino alIl lago Palù sentiero che porta al rifugio Palù (1965 m), in questo periodo chiuso. Il vento soffia forte alle nostre spalle e cerchiamo riparo vicino al rifugio, dove troviamo una panchina in legno per gustarci una “bisciolina” (specialità valtellinese composta di frutta secca e canditi) e per goderci il bel panorama che si stende davanti a noi. Sulla nostra sinistra, in lontananza, si vede il rifugio Motta, mentre di fronte abbiamo il lago Palù e sulla nostra destra si possono notare le cime innevate. Dopo circa una mezz’oretta di sosta riprendiamo il cammino ripercorrendo per 5 minuti il Il Rifugio Palùsentiero a ritroso. Arrivati al bivio giriamo a destra seguendo i cartelli segnavia per San Giuseppe. Percorriamo un bel sentiero all’interno del bosco fino a raggiungere di nuovo il rifugio Barchi. Da qui seguiamo lo stesso percorso fatto all’andata fino a raggiungere il parcheggio. 09/12/2010. Per visualizzare altre foto: link.

 

Altri itinerari nei dintorni
  1. Rifugio Longoni
  2. Rifugio Camerini
  3. Bocchel del Cane e Lago Pirola
  4. Alpe Pirlo - Trekking
  5. Laghi di Campagneda
  6. Laghetti di Sassersa
  7. Rifugio Tartaglione
  8. Sasso Nero
  9. Ex Rifugio Scerscen
  10. Rifugio Bosio - Ciaspole
  11. Passo del Muretto
  12. Rifugio Marinelli
  13. Alpe Musella
  14. Rifugio Bosio - MTB
  15. Rifugio Motta - Lago Palù