Sestri Levante - Rocche di Sant'Anna - Punta Manara (Genova)

Località di partenza Sestri Levante (10 m) Genova
Lunghezza 12,6 km
Quota massima 178 m Punta Manara
Dislivello complessivo in salita 496 m
Arrivo Sestri Levante (10 m) Genova
Acqua lungo il percorso SI - Sestri Levante varie fontanelle
Parcheggio libero Via Privata Liguria - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: dal casello autostradale di Sestri Levante si gira a destra su via Bruno Primi e alla fine della via si gira a sinistra imboccando Terzi Arnaldo che in seguito diviene via Antica Romana. Giunti al bivio con via Liguria (nel navigatore indicata come via privata Liguria) si gira a destra dove c’è il parcheggio.
Sestri Levante: il Pescatore e la Baia del SilenzioLasciamo l’auto nel parcheggio di via Liguria e ci incamminiamo su via Antica Romana Occidentale passando a fianco del Santuario dedicato a Cristo Re. Continuiamo sempre dritto, costeggiamo il muro della ferrovia fino a quando la strada finisce e sulla sinistra inizia il sentiero sterrato dove seguiamo la segnaletica verticale indicante Rocche di Sant’Anna. Iniziamo la salita fra bassi cespugli di ginestre e arriviamo al primo punto panoramico dove è stato sistemato un tavolo con panche che permette di ammirare il panorama verso Sestri Levante e la Baia delle Favole. Proseguiamo la salita e giungiamo alle Rocche diSestri Levante: la Baia del Silenzio Sant’Anna, dove c’è un altro bel punto panoramico che spazia sul tratto di mare che va da Chiavari a Sestri Levante proprio sopra la galleria della SS1 – Aurelia. Dal parcheggio a qui abbiamo percorso 1,8 km superando un dislivello di 160 m. Torniamo indietro per lo stesso sentiero fatto in salita e giunti al semaforo giriamo a destra passando sotto la linea ferroviaria. Attraversiamo la SS1 – Aurelia, giriamo a sinistra e arriviamo sul lungomare Descalzo dove ci fermiamo per fotografare le Rocche di Sant’Anna appena visitate. Proseguiamo la nostra camminata dirigendoci verso il promontorio di Sestri Levante costeggiando tutta la Panorama di Sestri Levante dal sentiero verso Punto ManaraBaia delle Favole. Torniamo indietro per un breve tratto, passiamo davanti alla basilica di Santa Maria di Nazareth e iniziamo la salita lungo via Penisola di Levante che è completamente lastricata. Giunti alla chiesa di San Nicolò dell’Isola proseguiamo sempre in salita fino al Grand Hotel dei Castelli. Qui è vietato l’accesso poiché è proprietà privata. Da questo punto non è possibile accedere alla Torre,  dove Guglielmo Marconi il 30 luglio 1934, alla presenza di tecnici, ufficiali della Marina Italiana e Inglese e di numerosi rappresentanti della stampa, coronò con successo i suoi esperimenti sulla possibilità Un tratto del sentiero verso Punta Manaradi utilizzare le microonde per ottenere un sistema di radiotelegrafia da applicarsi alle navi in condizioni di scarsa o nulla visibilità. Torniamo indietro per la stessa strada e, giunti all’incrocio con via Portobello giriamo a destra e accediamo alla Baia del Silenzio, dove è collocata la statua del Pescatore. Torniamo indietro e camminando lungo la spiaggia arriviamo su via Cappuccini, dove giriamo a destra e saliamo in direzione della chiesa dell’Immacolata. Oltrepassiamo la deviazione sulla sinistra che conduce alla chiesa e proseguiamo dritto fino alla seconda panchina dove ci fermiamo per fotografare la Baia del Silenzio Punta Manarache da questa posizione appare in tutta la sua bellezza. Torniamo indietro per pochi metri e saliamo alla chiesa dell’Immacolata dove fotografiamo la Baia dal balcone panoramico. Torniamo indietro fino all’inizio di via Cappuccini, giriamo a destra su Vico Macelli, passiamo a fianco della chiesa dedicata a San Pietro in Vincoli e iniziamo la salita verso Punta Manara. Il primo tratto del sentiero è formato da numerosi gradini poi si prosegue su sentiero terroso e ben tenuto. Il sentiero si snoda fra lecci, mirti e pini senza presentare la minima difficoltà e regalando meravigliosi panorami verso la Baia del Silenzio. Proseguiamo fino ad arrivare in un punto molto panoramico dove è stata collocata sapientemente una panchina dalla quale si può godere Punta Manara: panoramacomodamente una bella vista sulle baie di  Sestri Levante. Proseguiamo il nostro itinerario giungendo a Punta Manara dove, dopo aver salito una ripida scalinata, si arriva presso i resti della Torre Saracena dove c’è un bel punto panoramico verso Riva Trigoso. Il sentiero prosegue ancora per circa 60 metri dove un altro punto molto panoramico permetterà di vedere perfettamente Punta Manara e il mare sottostante. Dall’inizio della scalinata a qui abbiamo percorso 2,2 km superando un dislivello di 204 metri con una pendenza media del 7,1%. Torniamo a Sestri Levante percorrendo lo stesso sentiero e prendiamo posto nella baia del Silenzio per godere, in questo periodo, la tranquillità del luogo. Per tornare dove abbiamo parcheggiato l’auto percorriamo le vie del centro, ovvero via XXV aprile e Largo Colombo. Alla rotonda proseguiamo verso sinistra camminando a fianco della SS1 – Aurelia fino all’incrocio con via Roma dove giriamo a destra recandoci alla stazione ferroviaria. Prendiamo il sottopasso della stazione e sbuchiamo su via Antica Romana Occidentale. Giriamo a destra e dopo pochi passi siamo nuovamente al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. Dalla Baia del Silenzio a qui abbiamo percorso circa 1,5 km. 31/03/2017. Per visualizzare altre foto: link

Altri itinerari nei dintorni
  1. Rapallo - Montallegro
  2. San Fruttuoso - Portofino
  3. Camogli - Punta Chiappa
  4. Camogli - Monte di Portofino
  5. Sestri Levante - Punta Manara