Giro del Lago di Poschiavo (Canton Grigioni - Svizzera)

Località di partenza Miralago (965 m) Poschiavo
Lunghezza 8,4 km
Quota massima 1049 m
Dislivello complessivo in salita 44 m
Arrivo Miralago (965 m) Poschiavo
Acqua lungo il percorso SI - Cantone
Parcheggio libero Miralago - Link
Traccia GPX Link
Mappa e profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SP38 fino a Tirano. Al santuario della Madonna di Tirano, alla rotonda si gira a sinistra e si prosegue verso la dogana di Campocologno. Si continua per Campascio, Brusio e Miralago.
Lago di PoschiavoLasciamo l'auto nel comodo parcheggio all'inizio del paesino di Miralago, attraversiamo i binari del passaggio a livello e giriamo subito a sinistra. Seguiamo la strada sterrata fino alla stazione del Trenino rosso Bernina Express e ci fermiamo per scattare alcune foto al lago e alle montagne circostanti imbiancate dalla prima neve. Riprendiamo la camminata su strada sterrata, mantenendo il lago sulla nostra destra e i binari del treno sulla sinistra. Lungo la pista ciclo-pedonale ci sono molti punti panoramici che invitano ad una breve sosta per contemplare il panorama. In alto possiamo vedere la chiesettina di San Romerio, un Lago di Poschiavoposto molto bello che abbiamo raggiunto più volte sia a piedi, sia in MTB e sia con le ciaspole. Decidiamo di percorrere prima la riva destra del lago, anche se è tutta all’ombra perché permette di fotografare la riva opposta in pieno sole. Arrivati a Le Prese camminiamo sul marciapiede e appena oltrepassato l’omonimo hotel giriamo a destra. Alla fine del parcheggio giriamo a destra e ci riportiamo sulla riva del lago. Il lungolago è molto curato e ci sono delle stupende aeree di sosta attrezzate con tavoli e barbecue. Giunti nel Lago di Poschiavopunto in cui il Poschiavino sfocia nel Lago di Poschiavo passiamo sul ponte e giriamo a sinistra. Seguiamo il corso del Poschiavino e ci fermiamo per fotografare un merlo acquaiolo che si tuffa in cerca di cibo. Dopo poco giriamo a destra, attraversiamo la strada e proseguiamo in piano attraverso un bel boschetto di betulle fino a giungere in un’altra area pic-nic nei pressi di Cantone. Ogni postazione di barbecue è attrezzata con griglia e legna, tutto perfettamente in ordine. Proseguiamo il nostro giro di ritorno percorrendo la sponda opposta. Il sentiero ha un fondo terroso e ben battuto, ed è vietato alla circolazione delle biciclette. Da qui parte un tratto percorribile, ma, Lago di Poschiavocome segnala un cartello, a proprio rischio, perché vi è il pericolo di caduta sassi. Il cartello è stato posizionato anni addietro a seguito di un incidente accaduto ad un’escursionista, colpita da un sasso che si è staccato dalla montagna. Sul percorso sono presenti un paio di gallerie scavate nella roccia. Non è necessario l’utilizzo della torcia perché sono molto corte.  Proseguiamo a camminare immersi nella natura. Un pannello didattico ci ricorda che siamo nel Bosc dal Bugliol. Ogni tanto ci fermiamo per “catturare” uno scorcio del lago nel quale si riflettono le montagne circostanti. Giunti a Caneu (965 m) la segnaletica verticale indica a sinistra Spuligalb (ore 1,30), San Romerio (ore 2,15) e Garbela (ore 0,45) mentre proseguendo dritto Miralago (ore 0,15). In breve tempo arriviamo nuovamente a Miralago e al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. 09/12/2016. Per visualizzare altre foto: link

Altri itinerari nei dintorni
  1. San Romerio - MTB
  2. Lago Viola - MTB
  3. Albertusc
  4. San Romerio - ciaspole
  5. Lago Viola - ciaspole
  6. Cavaione
  7. Lagh dal Teo
  8. Val Roseg
  9. Chamanna Segantini
  10. Passo del Bernina
  11. St. Moritz
  12. Passo di Val Viola
  13. 431 - Selva - Torn
  14. Col d'Anzana
  15. Val dal Fain
  16. Lago di Poschiavo