Primolo - Alpe Pradaccio - Laghetti di Sassersa (Sondrio)

Località di partenza Primolo m 1274 (Sondrio)
Quota massima 2400 m lago superiore di Sassersa
Dislivello complessivo in salita 1550 m
Arrivo Primolo m 1274 (Sondrio)
Acqua sul percorso SI
Parcheggio libero Primolo, vicino al campo sportivo - Link
Itinerario aggiornato nel 2016 Link

Come arrivare: da Sondrio si prende la SP15 per Chiesa in Valmalenco. Da qui si seguono le indicazioni per Primolo. Arrivati in paese si prosegue verso il campo sportivo dove c'è un ampio parcheggio libero.

Inizio del sentiero da PrimoloLasciamo l’auto nel parcheggio vicino al campo sportivo di Primolo, paesino situato in Valmalenco nei pressi di Chiesa in Valmalenco. Da qui prendiamo la strada sterrata che si addentra nel bosco e dopo pochi metri notiamo il cartello che indica la direzione per l’Alpe Pradaccio (2 ore). Lo ignoriamo e proseguiamo fino a raggiungere una piazzola da dove partono diversi sentieri. A destra troviamo un cartello che indica l’Alpe Pradaccio (50 minuti). La strada lascia il posto a un sentiero di montagna che, attraverso un bosco di larici, s’inerpica fino a giungere a un piccolo torrente. Lo attraversiamo Alpe Pradaccioe in poco tempo arriviamo all’Alpe Pradaccio (1725 m). Qui c’è l’unica fontana su tutto il percorso. Consigliamo di fare rifornimento di acqua e di coprire il capo, perché d’ora in poi si camminerà sempre sotto il sole. Superate le baite e dopo un breve tratto pianeggiante, il sentiero s’inerpica con notevole pendenza sul lato destro dell’alpeggio. Dopo circa metà del percorso si attraversa la sassaia e si prosegue sul suo lato sinistro. Non lasciatevi ingannare dalla bocchetta che sembra essere molto vicina a voi. E’ solo un’illusione, perché il percorso per arrivare ai laghetti è lungo e ci vuole un’ora prima di poter avvistare il lago inferiore. Finalmente, dopo un’ora esatta, il laghetto appare all’improvviso nel suo azzurro splendore (2368 m). Di fronte, il pizzo Rachele (2998 m) si specchia nel laghetto. Proseguendo sul lato destro del lago troviamo l’indicazione per il Passo Ventina, Laghetto inferiore di Sassersaraggiungibile in 50 minuti (2675 m). Decidiamo di proseguire lungo la riva del laghetto e dopo pochi metri cominciamo a salire sul lato sinistro fino a raggiungere il laghetto di mezzo (2391 m). Da qui lo spettacolo sul laghetto inferiore, è veramente notevole e, spettacolare, è anche il colore delle pareti di roccia di fronte a noi nelle diverse tonalità di rosso, ocra, mattone e ruggine. Approfittiamo per scattare un po’ di foto e poi decidiamo di salire su un alto roccione che ci permetterà di ammirare anche il laghetto di mezzo nel suo splendore. Dal nostro punto di osservazione possiamo vedere anche il laghetto superiore (2400 m), il più piccolo dei tre, ma sicuramente non meno splendente. Facciamo pochi passi e arrivati all’altezza del laghetto superiore, notiamo che le sue acque alimentano il laghetto di mezzo, che a sua volta alimenta il laghetto inferiore. Scattiamo un po’ di foto, mangiamo i panini e dopo un’orettaLaghetto inferiore di Sassersa riprendiamo la discesa ripercorrendo lo stesso percorso della salita. Giunti all’Alpe Pradaccio decidiamo di percorrere una strada alternativa rispetto al sentiero dell’andata e, viste le indicazioni per Primolo (2 ore), notiamo il sentiero che s’inerpica sulla sassaia che in poco tempo ci fa riprendere quota. Ci addentriamo in un bosco di larici e il sentiero continua a salire per poi trasformarsi in un alternarsi di sali e scendi fino ad arrivare nei pressi di una cascata, da dove è possibile ammirare il panorama su Chiesa Valmalenco. Attraversiamo il torrente e in breve tempo arriviamo a quota 1900 m. Finalmente da qui inizia la discesa e una serie di “gradini” manufatti con pezzi di tronchi di pino ci conduce all’Alpe Braccia (1824 m). Qui troviamo delle indicazioni che ci portano verso Primolo. La discesa è molto ripida e in circa un’ora arriviamo sulla strada principale, dove al mattino avevamo notato l’indicazione per l’Alpe Pradaccio (2 ore). In brevissimo tempo arriviamo nel parcheggio, dove avevamo lasciato l’auto. 26/08/2010. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Rifugio Longoni
  2. Rifugio Camerini
  3. Lago Pirola
  4. Alpe Pirlo - Trekking
  5. Laghi di Campagneda
  6. Laghetti di Sassersa
  7. Rifugio Tartaglione
  8. Sasso Nero
  9. Ex Rifugio Scerscen
  10. Rifugio Bosio - Ciaspole
  11. Passo del Muretto
  12. Rifugio Marinelli
  13. Alpe Musella
  14. Rifugio Bosio - MTB
  15. Rifugio Motta-Lago Palù