Pilastro - Casatico - Mattaleto - Castrignano - Cozzano - Calestano (Parma)

Località di partenza Pilastro (173 m) Parma
Lunghezza 60,1 km
Quota massima 855 m Valico di Fragno
Dislivello complessivo in salita 1293 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Pilastro (173 m) Parma
Acqua lungo il percorso SI - Strognano - Castrignano - Fontana - Fragnolo - Marzolara
Parcheggio libero Pilastro - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo Altimetrico Link

Come arrivare: da Parma si seguono le indicazioni stradali per Langhirano percorrendo la SP665. Oltrepassata Corcagnano si prosegue sempre dritto fino ad arrivare a Pilastro.
Goiano: i vigneti Iniziamo a pedalare sulla SP665 in direzione di Langhirano in compagnia di Corrado. Superiamo la rotonda e proseguiamo dritto fino ad Arola. Giunti al bivio giriamo a destra imboccando strada di Arola dove inizia la salita. Dopo il tornante la strada spiana per un breve tratto poi inizia a salire con più decisione fino ad arrivare a Casatico. I vigneti intorno iniziano ad assumere i colori autunnali mentre i prati sono ancora molto verdi. Superati Goiano e Casatico arriviamo a Strognano dove al bivio giriamo a sinistra seguendo l’indicazione stradale per Langhirano. Inizia la discesa che velocemente ci permette di raggiungere Mattaleto. Arrivati sulla strada parallela alla SP665 continuiamo dritto e iniziamo la dura salita di Castrignano. I primi 200 metri hanno una Brucopendenza media del 12,7%, mentre il chilometro successivo ha una pendenza media del 10,1%. Continuiamo in salita fino a raggiungere il bivio per Tabiano poi la strada prosegue in falsopiano. Dall’inizio della salita di Mattaleto fino a qui abbiamo percorso 2,8 km con una pendenza media dell’8,7%. Giunti al lavatoio ci fermiamo un momento per rifiatare. Eravamo passati di qua due settimane prima in MTB seguendo un altro itinerario (link). Proseguiamo in falsopiano fino a Castrignano dove giriamo a destra, imboccando via della Resistenza, e iniziamo la salita verso la Pieve. La strada si snoda all’ombra degli alberi e sale con moderata pendenza. Giunti al bivio giriamo a sinistra affrontando il breve tratto di salita che conduce alla Pieve di Castrignano dedicata alla Vergine Maria Assunta. Dal Brucobivio di Castrignano alla Pieve abbiamo percorso 1,6 km con una pendenza media dell’8,7%. Indossiamo i giubbini antivento e affrontiamo la discesa che velocemente ci porta in località Valle di Castrignano. Superiamo il piccolo centro abitato e pedaliamo in leggera pendenza fino a Riano. Oltrepassata questa piccola località la strada inizia a salire con più decisione, ma mai impegnativa, fino ad arrivare a Cozzano Pineta. La strada che conduce a questa località è molto panoramica e priva di traffico. Da Riano a qui abbiamo percorso 4,3 km con una pendenza media del 6%. Arrivati al bivio proseguiamo dritto verso Cozzano e dopo la discesa giriamo a destra seguendo l’indicazione turistica per la Pieve di Cozzano. La strada continua in discesa, entriamo a Cozzano, superiamo una serie di tornanti e attraversiamo le prime case del paese percorrendo strada della pineta fino a quando ci immettiamo sulla SP61. Giriamo a destra e continuiamo a pedalare in falsopiano godendoci il bel panorama sulla vallata sottostante. Giunti ad un bivio teniamo la destra ignorando i cartelli stradali indicanti Corniglio (20 km) e Pastorello (4 km) a sinistra. Appena oltrepassata la curva possiamo vedere il valico di Fragno caratterizzato sulla Valico di Fragno: Loredana e Corradodestra da alcune antenne. Dopo un altro tratto di strada in falsopiano inizia la salita che con moderata pendenza ci permette di raggiungere il valico di Fragno (853 m). Ci fermiamo un momento per indossare i giubbetti antivento e poi rimontiamo in sella e ci lanciamo in discesa. Superiamo velocemente Fragnolo e Fragno fino ad arrivare a Calestano dove giriamo a destra, imboccando la SP15. Continuiamo a pedalare verso Marzolara e dopo il paese, raggiungiamo il bivio dove giriamo a sinistra, seguendo la segnaletica stradale indicante Sala Baganza e San Vitale Baganza. Oltrepassiamo il ponte sul torrente Baganza, teniamo la destra costeggiando il ristorante Blu River, e proseguiamo dritto fino a San Vitale Baganza pedalando velocemente grazie alla pendenza a noi favorevole. Valico di Fragno: Loredana e FabrizioSuperiamo Castellaro e Sala Baganza dove giriamo a destra dirigendoci verso Felino. Oltrepassiamo il ponte sul torrente Baganza utilizzando la pista ciclabile che passa in sede separata dalla strada adibita al transito veicolare e alla rotonda giriamo a destra. Arrivati alla terza rotonda, giriamo a sinistra imboccando via Roma e proseguiamo dritto attraversando tutto il paese. Giunti all’incrocio con Via Giuseppe Verdi giriamo a sinistra immettendoci sulla SP32. Oltrepassiamo San Michele Tiorre e poco prima del cartello che segnala la fine del paese giriamo a sinistra imboccando via A. Cotti. Arrivati al bivio giriamo a sinistra continuando a pedalare su via Boccette e al bivio successivo giriamo a destra imboccando via Calastre. Continuiamo su questa strada fino ad arrivare a Pilastro, dove avevamo lasciato l’auto il mattino, e concludiamo la giornata in bellezza gustandoci un buon gelato in gelateria. 07/10/2015.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Barbiano - Marzolara
  2. Berceto
  3. Passo del Silara
  4. Cozzano Pineta
  5. Barbiano
  6. Calestano