Urzano - Sella di Lodrignano - Vetto - Cereggio - Ranzano (Parma)

Località di partenza Urzano (532 m ) Parma
Lunghezza 74,6 km
Quota massima 896 m
Dislivello complessivo in salita 1746 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Urzano (532 m) Parma
Acqua lungo il percorso SI - Vetto - Temporia - Lagrimone
Parcheggio libero Urzano, vicino alla chiesa - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Parma si seguono le indicazioni stradali per Langhirano. Giunti in paese si gira a sinistra e dopo aver passato il ponte sul fiume Taro si gira a destra e si prosegue in direzione di San Michele Cavana e Urzano.
Sella di Lodrignano Iniziamo a pedalare in compagnia di Corrado imboccando la discesa che da Urzano porta a Neviano degli Arduini. Giunti al bivio, in località Torrione, attraversiamo la strada e proseguiamo in discesa fino ad arrivare all’incrocio con la SP17. Giriamo a destra e proseguiamo verso la Sella di Lodrignano. Giunti alla Sella di Lodrignano (458 m) proseguiamo verso Mediano, Vico, Ceretolo e Montroni. Ci fermiamo per fotografare il paesaggio e proseguiamo fino al ponte sul torrente Enza dove lasciamo la Provincia di Parma ed entriamo in quella di Reggio Emilia. Inizia oraPanorama sulla val d'Enza la salita che ci porta all’incrocio con la SP513 dove giriamo a destra e in leggera salita arriviamo a Vetto d’Enza (450 m). Pedaliamo in direzione di Castelnovo né Monti e giunti al bivio teniamo la destra in direzione Ramiseto. La strada inizia a scendere, passiamo a fianco del cimitero e poi affrontano un paio di tornanti, sempre in discesa fino ad arrivare al bivio per Gottano (361 m). Giriamo a destra, oltrepassiamo il ponte sul torrente Lonza e iniziamo una salita regolare in direzione di Gottano Superiore. La strada è panoramica e permette di ammirare in lontananza la Pietra di Bismantova. Giunti al bivio per Gottano Verso Gottano SuperioreSuperiore giriamo a destra e andiamo a visitare il piccolo borgo. Il borgo è situato in bella posizione panoramica tra la valle dell'Enza e la valle del torrente Lonza. Le strade sono pavimentate in pietra. Pedaliamo verso la chiesa dedicata ai SS. Pietro e Paolo, purtroppo chiusa. Proseguiamo la visita di Gottano fino ad arrivare in un bel punto panoramico dove alcuni vecchi aratri sono esposti su di un balcone. Passiamo sotto ai numerosi archi di pietra, uno dei quali riporta scolpito un piccolo stemma, torniamo indietro fino al bivio e proseguiamo dritto in leggera salita. Dopo poco inizia la discesa e rapidamente arriviamo a Temporia (600 m) doveGottano Superiore: particolare di un arco facciamo una breve sosta per fotografare un cavallo di pietra. Proseguiamo la discesa fino a quando l’asfalto finisce e ci troviamo davanti al torrente Enza. Purtroppo da questo punto sembra impossibile attraversare il guado. Ci guardiamo intorno e proviamo a spostarci verso destra sperando di trovare un punto dove poter passare. Purtroppo c’è molta acqua e dobbiamo rinunciare all’attraversamento. Non ci resta altro che risalire in sella e affrontare la salita che ci riporta a Temporia. Proseguiamo ancora per 1,7 km e giunti al bivio giriamo a destra seguendo l’indicazione per Lagastrello. Pedaliamo in salita sulla SP57, oltrepassiamo Cereggio (774 m), fino Gottano Superiore: panorama sulla Val d'Enzaad arrivare all’incrocio con la SP15 dove raggiungiamo il punto più alto del percorso: 896 metri. Giriamo a destra e proseguiamo verso Taviano. Al bivio successivo giriamo a destra e velocemente raggiungiamo Taviano (655 m) e il ponte sull’Enza. Oltrepassiamo il ponte, giriamo a destra, imbocchiamo la SP665 e pedaliamo in salita fino a Ranzano dove ci ricongiungiamo alla strada che avremmo dovuto percorrere in salita dal guado di Temporia. Ci accorgiamo che questo imprevisto ci ha allungato il percorso di  circa 20 km e di 663 metri di dislivello. Continuiamo a pedalare verso Lagrimone (713 m)Da destra: Corrado e Fabrizio al guado dove ci fermiamo a prendere un caffè. Saliti in sella alle nostre biciclette giriamo a destra imboccando strada del Paullo e raggiungiamo Campora (648 m). Proseguiamo verso Sasso e poi fino a Cà Bonaparte dove giriamo a sinistra verso Mozzano. Affrontiamo la salita che porta al centro del paesino e dopo una breve discesa giungiamo nella parte bassa di Urzano. Qui affrontiamo l’ultima salita, breve ma con notevole pendenza (12%), che arriva sino alla chiesa del paese dove avevamo lasciato l’auto. 24/05/2015.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Monte Fuso - MTB
  2. Monte Fuso - Trek1
  3. Monte Fuso - Trek2
  4. Monte Fuso - su strada
  5. Lagrimone
  6. Verola
  7. Parco dei Barboj
  8. Vetto
  9. Schia