Grosio - Malghera (Sondrio)

Località di partenza Grosio (650 m) - Sondrio
Lunghezza 42 km
Quota massima 2008 m Casera di Sacco
Dislivello complessivo in salita 1400 m
Ciclabilità 100% - 95% asfalto e 5% sterrato
Arrivo Grosio (650 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso SI
Parcheggio libero Grosio, vicino alla parrocchiale di San Giuseppe - Link

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SS38 in direzione Tirano. Poi seguire le indicazioni stradali per Bormio e alla seconda indicazione "Grosio" uscire dalla SS38 dello Stelvio.

Grosio, la parrocchiale

Partenza da Grosio alle ore 9.00. Il percorso è quasi interamente su strada asfaltata e, a parte qualche tratto con notevole pendenza, la maggior parte del percorso è in salita costante. Lasciamo quindi l'auto nel piazzale antistante la chiesa parrocchiale di San Giuseppe del sec. XVII a Grosio e iniziamo a pedalare in direzione del Municipio. Dopo pochi metri imbocchiamo la deviazione sulla sinistra, dove troviamo le indicazioni per il paese di Fusino. Una serie di tornanti ci permette di prendere quota velocemente e dall'alto si può ammirare il paese di Grosio e il fondovalle in direzione di Tirano. Lungo il percorso troviamo diverse fontane che ci permettono di riempire la borraccia con acqua fresca. MalgheraPoco prima del paese di Fusino (1203 m) imbocchiamo la strada che ci porta sopra la diga del torrente Roasco. Per chi volesse abbreviare il percorso è possibile parcheggiare l'auto nel piazzale della chiesa di Fusino e iniziare da qui l'itinerario. Attraversiamo la diga e riprendiamo il percorso in salita dove incontriamo la strada che ci porta nella Val Grosina Occidentale. La strada prosegue in un primo momento molto in pendenza e poi in falsopiano finchè arriviamo al paesino di  Ginogiola. Da qui parte un tratto molto lungo in netta salita che mette a dura prova la nostra resistenza sottosforzo e finalmente arriviamo al paese di Sacco (1617 m). Da qui parte un tratto di strada su sfondo sterrato costeggaiato da alberi ad alto fusto,  unico tratto ombroso dell'intero percorso, e procedendo in leggera salita, non appena usciamo dal bosco, si apre un ampio pianoro dove troviamo il paese di Campo Pedruna (1703 m). Attraversiamo il ponticello sul torrente Roasco occidentale e dopo aver superato un notevoleMalghera, Santuario Madonna delle Nevi dislivello su strada in netta salita, addolcita da qualche tornante, raggiungiamo le Baite del Pirla (1850 m). Da qui parte una rampa che ci porta direttamente all'altezza, in linea d'aria, del Santuario di Malghera, il quale ci si presenta in lontananza nella sua suggestiva culla naturale della Val di Sacco. Dopo aver scattato alcune foto riprendiamo a pedalare e in pochissimo tempo, accompagnati costantemente dallo splendido panorama circostante, con il Santuario sempre in vista, arriviamo a Malghera (1964 m). Il Santuario della Madonna delle Nevi è da molti anni meta di pellegrinaggio. Proseguiamo fino alla Casera di Sacco (2008 m) e, dopo aver notato il cambiamento improvviso, in peggio, delle condizioni metereologiche, decidiamo di riprendere la strada del ritorno e lanciandoci in una entusiasmante discesa, in meno di un ora, arriviamo di nuovo nel piazzale della chiesa di Grosio, dove avevamo lasciato l'auto. 11/08/2010. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Passo Verva
  2. Malghera
  3. Passo del Mortirolo
  4. Grosotto - Fop