Lagdei - lago Santo - Monti Orsaro, Braiola e Marmagna (Parma)

Località di partenza Lagdei (1257 m) - Parma
Lunghezza 10 km
Quota massima 1851 m - monte Marmagna
Dislivello complessivo in salita 908 m
Arrivo Lagdei (1257 m) - Parma
Acqua lungo il percorso SI - lago Santo
Parcheggio libero Lagdei - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Parma si percorre la SP665 verso Langhirano. Superato il paese si continua in direzione Pastorello dove, alla rotonda, si prosegue per Corniglio. In località Miano si gira a destra e si seguono le indicazioni per Lagdei. Arrivati al parcheggio “I cancelli” si prende la strada sterrata a destra e si prosegue per circa 2 km fino ad arrivare al parcheggio libero.
Verso il lago SantoParcheggiamo l’auto nel comodo parcheggio di Lagdei (1257 m) e ci incamminiamo verso il rifugio. Il sentiero parte alla destra del rifugio e inoltrandoci nel bosco di faggi seguiamo l’indicazione per il lago Santo (1520 m). E’ possibile raggiungere il monte Orsaro seguendo la via più diretta senza passare dal lago Santo. Noi preferiamo raggiungere il lago e ci incamminiamo in forte salita all’interno del bosco di faggi. Arrivati al lago Santo (1508 m) lo costeggiamo, oltrepassiamo il rifugio Mariotti e arriviamo fino alla fontana, l’unica per tutto il percorso, posta quasi dall’altra sponda del lago. Inizia ora una bella salita all’interno della pineta fino a raggiungere un bivio. Qui troviamo i segnavia per iLago Santo diversi percorsi. Imbocchiamo il sentiero sulla destra seguendo le indicazioni per Capanna del Braiola e Sella dell’Orsaro. Superiamo il lago Padre, coperto da una fitta vegetazione erbosa e in salita raggiungiamo una sassaia da dove parte una breve discesa. Ci sono molte piante di mirtilli e approfittiamo per gustarne i frutti. Riprendiamo a camminare finché arriviamo alla Capanna del Braiola (1627 m). Da qui il sentiero è ben visibile e risale sul fianco destro del Monte Braiola sino a alla Verso il monte Orsarobocchetta dell’Orsaro. Riprendiamo il cammino, raggiungiamo la bocchetta dell’Orsaro(1722 m), la oltrepassiamo portandoci sul lato toscano, scendiamo per circa 100 m e poi risaliamo ripidi fino a riportarci sul lato emiliano. Proseguiamo sempre in forte salita sino a raggiungere la vetta del monte Orsaro (1830 m), dove c’è una piccola scultura, stilizzata, in bronzo raffigurante la Madonna con Bambino. Il monte Orsaro è punto trigonometrico e da lì si gode una fantastica vista sull’Appennino tosco-emiliano. Siamo fortunati, perché oggi è una bella giornata limpida. Scattiamo alcune foto e riprendiamo il cammino scendendo sino alla bocchetta dell’Orsaro per poiMonte Braiola mantenerci sul crinale e lungo il sentiero con buona pendenza raggiungiamo la vetta del monte Braiola (1819 m). Qui troviamo un termine di confine del 1828 con scolpita una corona, segnava il confine fra il Ducato di Parma e il Granducato di Toscana. Scendiamo fino alla sella del Braiola (1715 m) e poi, sempre sul crinale, in salita raggiungiamo il monte Marmagna (1851 m). Qui c’è una grossa croce di ferro collocata nel 1901. La vista è stupenda, sotto di noi si vede perfettamente Pontremoli e spingendo Panorama sugli Appenninilo sguardo lontano riusciamo a intravedere il mare del golfo di La Spezia e l’isola Palmaria. Approfittiamo della sosta per goderci il panorama e per mangiare il nostro panino. Riprendiamo il cammino scendendo al passo dell’Aquila (1700 m) e sempre in discesa ci dirigiamo verso il lago Santo. Attraversiamo la faggeta e arriviamo al lago. Qui, costeggiamo il lago sulla destra e dopo aver superato una sassaia arriviamo all’emissario del lago da dove parte il sentiero “panoramico” che ci riporterà a Lagdei. 05/10/2014. Per visualizzare altre foto: link

Altri itinerari nei dintorni
  1. Lago Santo1
  2. Orsaro e Marmagna 1
  3. Orsaro e Brusà
  4. Lago Santo 2
  5. Sillara e Matto
  6. Orsaro e Marmagna 2
  7. Tavola e Fosco
  8. Passo del Lagastrello
  9. Monte Tavola