Tirano: Passo del Mortirolo (Sondrio)

Località di partenza Tirano (430 m) - Sondrio
Lunghezza 46 km
Quota massima 1852 m Passo del Mortirolo
Dislivello complessivo in salita 1450 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Tirano (430 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso SI
Parcheggio libero Tirano - Link

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SS38 fino a Tirano. Si attraversa il paese percorrendo Viale Italia e dopo piazza Marinoni, prima del ponte sul fiume Adda si gira a destra su via Lungo Adda Quinto Alpini. Si prosegue lungo l'Adda fino alla prima rotonda dove si prende la prima a destra, Via Calcagno, e dopo pochi metri c'è il parcheggio.

Inizio della strada per il MortiroloAbbiamo voluto ripetere l’esperienza di vedere sfilare il Giro d’Italia (19a tappa) sul passo del Mortirolo, come già avevamo fatto nel 2006. Partiamo da Tirano e nostro compagno di pedalata è Giovanni. Passiamo per il paese di Lovero e imboccando via Roma saliamo in direzione di Mazzo di Valtellina. Il cielo è un po’ coperto ma, per il momento, non piove e l’aria fresca ci permette di pedalare senza sudare eccessivamente. Incontriamo il cartello che indica l’inizio dellaA 500 metri dal Passo del Mortirolo strada del Mortirolo e facciamo la foto di rito. La strada sale più dolcemente rispetto a quella che attraversa il paese di Mazzo e dopo alcuni tornanti ci ricongiungiamo alla strada principale che porta al Mortirolo. Da qui inizia la vera ascesa al Mortirolo con tutte le sue “rampe”. Dopo una serie di tornanti Sul passo del Mortiroloarriviamo nel pianoro situato pochi metri dal passo e si inizia a vedere la neve. Un ultimo sforzo e arriviamo finalmente al passo del Mortirolo (1852 m). Fa molto freddo e si rivelano molto utili i giubbetti invernali. Ci accorgiamo che non c’è molta gente a causa del maltempo e, dopo aver fatto un po’ di foto, ci riportiamo nel pianoro e mangiamo i nostri panini. Purtroppo il tempo peggiora e comincia a piovere. Dopo aver attesoArriva Corrado inutilmente che smettesse di piovere, decidiamo di scendere ad una quota più bassa e aspettiamo il giro alla curva Pantani. Qui si unisce a noi anche il nostro amico Corrado che, vista la pioggia e il freddo, decide di fermarsi lì e di non proseguire fino al passo. Finalmente arrivano le ammiraglie che aprono la pista ai ciclisti. Ivan Basso, come nel 2006, è il primo ad arrivare, seguito a ruota da Scarponi e Nibali. Passano velocemente, affrontando il Basso, Scarponi e Nibalidoppio tornante con un’agilità straordinaria.  Poco dopo arriva anche Garzellli, rimasto solo, dopo essere stato ripreso e superato dal trio di testa proprio all’inizio della salita del Mortirolo. Poi arrivano anche gli altri ciclisti. C’è anche il gruppetto “Simoni”, in abbondante ritardo. Nel 2006 “Gibo”, nella tappa del Mortirolo, era in testa al gruppo con Ivan Basso (vedi itinerario Mortirolo 2006). Dopo il passaggio degli ultimi ciclisti riprendiamo la stradaMazzo di Valtellina del ritorno e insieme a Corrado e Giovanni arriviamo a Mazzo di Valtellina. Proseguiamo fino a Grosio e, dopo aver salutato Corrado, andiamo a riprendere “Il Sentiero Valtellina”, pista ciclabile dedicata, che ci porterà fino a Tirano. 28/05/2010. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Passo del Mortirolo 1
  2. San Romerio - MTB
  3. Passo del Mortirolo 2
  4. Cavaione
  5. St. Moritz
  6. I Terrazzamenti 2
  7. Sentiero Valtellina 2
  8. S. Perpetua - Lughina
  9. Col d'Anzana