Campo Franscia - Rifugio Marinelli (Sondrio)

Località di partenza Campo Franscia (1521 m) - Sondrio
Quota massima 2813 m - Rifugio Marinelli Bombardieri
Dislivello complessivo in salita 1600 m
Arrivo Campo Franscia (1521 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso SI
Parcheggio Campo Franscia - Link

Come arrivare: da Sondrio si prende la strada provinciale n 15 per Chiesa in Valmalenco. Arrivati alla rotonda si svolta a destra in direzione di Lanzada. Superato il paese si seguono le indicazioni stradali per Campo Franscia. Dopo aver superato alcune gallerie si arriva ad un ampio parcheggio vicino al ristorante Fior di Roccia.

Questo itinerario, molto bello e suggestivo, trova le sue massime difficoltà nella lunghezza del percorso e nel dislivello.Alpe FoppaPartiamo al mattino dal parcheggio di Campo Franscia alle ore 8.30 e appena superato l’albergo-ristorante “Fior di Roccia” seguiamo l’indicazione che porta al Rifugio Marinelli, Alpe Foppa e Alpe Musella. Seguiamo per un breve tratto il sentiero in discesa, oltrepassiamo il torrente e iniziamo a salire percorrendo la mulattiera delineata da bassi muretti a secco. Giunti al di sopra dell’abitato, percorriamo il sentiero tenendo sulla sinistra il torrente Scerscen. Dopo pochi minuti troviamo sulla sinistra l’indicazione per le “Gole dello Scerscen”, e decidendo di seguire questo nuovo percorso, ignoriamo le indicazioni per il Rifugio Marinelli, l’Alpe Musella e l’Alpe Foppa. Seguiamo in salita i segnavia bianchi e rossi e le frecce gialle. Il torrente Scerscen rimarrà sulla nostra sinistra, anche se non visibile. Il sentiero è un po’ impegnativo e si consiglia la massima attenzione. Dopo circa un’oretta giungiamo all’Alpe Foppa (1825 m), un pianoro ampio e molto verde dove sono presenti alcune baite molto antiche (una porta addirittura la data del 1406). Si ipotizza che siano le antiche abitazioni della comunità Walser. Facciamo un po’ di foto e Alpe Musellariprendiamo la salita che in breve ci porta su una carrozzabile, dalla quale partono le indicazioni per il Rifugio Marinelli e l’Alpe Musella. Riprendiamo la salita percorrendo un comodo sentiero e in poco tempo giungiamo al Rifugio Mitta (2021 m) e all’Alpe Musella. Dopo una breve sosta lasciamo alle spalle il pianoro e riprendiamo il percorso in salita che rapidamente ci porta all’intersezione con il sentiero che proviene da Campo Moro e che conduce al Rifugio Marinelli. Proseguiamo quindi per questo unico sentiero e superati quelli che sono chiamati i “sette sospiri” (salite con strappi di notevole pendenza), in circa un’ora, giungiamo finalmente al Rifugio Carate Brianza (2636 m). Breve sosta per riprendere fiato e riprendiamo il camminoRifugio Marinelli Bombardieri inerpicandoci sulla breve salita che ci porterà verso il Rifugio Marinelli. Appena oltrepassata la Bocchetta delle Forbici il panorama che si presenta è spettacolare. A coloro che decidessero di non proseguire il cammino e di fermarsi al Carate, consigliamo comunque quest’ultimo piccolo sforzo, perché ne vale veramente la pena. Proseguiamo il percorso su un sentiero quasi tutto pianeggiante, con tratti di breve salita e discesa, attraversando alcuni tratti nevosi ancora presenti nonostante il mese estivo. Dopo circa mezz’ora di camminata raggiungiamo il laghetto ai piedi del Rifugio Marinelli, che ci guarda dall’alto dello sperone roccioso che dovremo aggirare per iniziare il sentiero con forte pendenza che ci condurrà fino al rifugio (2813 m). E' indescrivibile la straordinaria veduta a 360° della catena montuosa circostante. Dopo esserci rifocillati e riposati iniziamo la discesa seguendo lo stesso percorso della salita fino a raggiungere di nuovo il Rifugio Mitta. Da li seguiamo l’indicazione per Campo Franscia (circa un’ora di discesa) e in circa 20 minuti giungiamo all’Alpe Campascio (1844 m). Verso il Rifugio Marinelli BombardieriAttraversiamo i verdi prati di questo splendido pianoro e, dopo aver superato il ponte che ci permette di portarci sul lato destro del torrente Scerscen, percorriamo un comodo sentiero pianeggiante fino a raggiungere il Dosso dei Vetti (1813 m). Cominciamo a scendere e subito dopo troviamo le indicazioni per “Fontane” dove ci aspetta un ardito sentiero con elevata pendenza che ci riporta al parcheggio dell’auto a Franscia. In alternativa, si può raggiungere il parcheggio senza prendere la deviazione per “Fontane”, e proseguendo sul comodo sentiero fino ad arrivare alla strada asfaltata che porta al parcheggio. È un po’ più lunga, ma sicuramente più agevole. 25/07/2010. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Rifugio Longoni
  2. Rifugio Camerini
  3. Lago Pirola
  4. Alpe Pirlo - Trekking
  5. Laghi di Campagneda
  6. Laghetti di Sassersa
  7. Rifugio Tartaglione
  8. Sasso Nero
  9. Ex Rifugio Scerscen
  10. Rifugio Bosio - Ciaspole
  11. Passo del Muretto
  12. Rifugio Marinelli
  13. Alpe Musella
  14. Rifugio Bosio - MTB
  15. Rifugio Motta-Lago Palù