Esterel: Boulouris - Col Belle Barbe - Col des Trois termes - Col Notre Dame (Provenza-AlpiCosta Azzurra - Francia)

Località di partenza Boulouris (2 m) - St. Raphael - Francia
Lunghezza 50 km
Dislivello complessivo in salita 816 m
Quota massima 324 m Col Notre Dame
Arrivo Boulouris (2 m) - St. Raphael - Francia
Percentuale di Ciclabilità 100% - 70% asfalto e 30% sterrato
Acqua lungo il percorso SI - Sainte Baume
Parcheggio libero Boulouris, route de la Necropole - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link
Itinerari in Provenza - Alpi Costa Azzurra Link

Come arrivare: da St Raphael si prende il lungomare in direzione di Cannes. Dopo il semaforo si gira a sinistra su rue Valrose e si prosegue dritti. Alla rotonda si gira a destra e si prosegue su Av. Du Grand Defends fino  ad incrociare sulla destra rue Raoul Blanchard. Alla rotonda si gira a sinistra e si parcheggia l'auto.

Sullo sfondo il profilo dell'EsterelPartiamo da casa verso le ore 8.00 e iniziamo a pedalare in leggera salita su Av. Du Grand Defends. Arrivati all'incrocio con rue R. Blanchard giriamo a destra e imbocchiamo questa piccola strada fiancheggiata sulla destra dalla pineta e a sinistra da numerose villette. Alla rotonda giriamo a sinistra, su rue de Necropole, dove è possibile parcheggiare l’auto, e proseguiamo dritto fino ad imboccare sulla destra l’Avenue Leo Lagrange. Alla seconda rotonda giriamo a destra imboccando il boulevard Col du MistralDelli-Zotti. Continuiamo a pedalare su questa strada in falso piano che termina in una piazzola di parcheggio. Da qui inizia il divieto di circolazione per le auto e i ciclomotori, mentre in bicicletta, oltrepassata la sbarra, ci si può lanciare in una veloce discesa su strada dissestata in direzione di Agay. Arrivati alle prime case, continuiamo su asfalto, curvando a destra e poi a sinistra, oltrepassiamo il torrente Agay e sbuchiamo sulla D100. Giriamo a sinistra, pedaliamo in leggera salita e superato il piccolo paesino giriamo a destra seguendo l'indicazione turistica Massif dell'Esterel. La Foresta dell'EsterelInizia ora un tratto di strada asfaltata che pian piano ci conduce verso Col de Belle Barbe. Superata la Maison Forestiere du Gratadis inizia una breve discesa seguita da un tratto in salita che, con pendenza media del 7,2%,  raggiunge Col de Belle Barbe. Dopo un tratto in falsopiano riprendiamo la salita fino a Col du Mistral (92 m). Qui c'è una rotonda da dove si diramano varie strade. Un colonnotto segnala che per Col de Baladou si deve girare a destra. La carrareccia su fondo sterrato, è panoramica e ci invita a frequenti soste per fotografare il paesaggio. Raggiunto Col de Baladou (165 m) proseguiamo verso sinistra per Col du Perthus. Continuiamo in leggera salitaBaisse de la Grosse Vache raggiungendo Baise de Petite Vache (205 m) e poi Baisse de la Grosse Vache (201 m), dove ci fermiamo per gustarci il panorama. Proseguiamo sempre su sterrato ghiaiato verso Baisse de Mathieu fino ad arrivare a Col de Suvires (252 m). Qui prendiamo a destra e dopo una bella pedalata raggiungiamo la Maison Forestiere des Trois Termes. Purtroppo notiamo la mancanza d’indicazioni turistiche all'interno del Parco dell'Esterel e succede di frequente che alla presenza di un bivio non è facile imboccare la strada giusta. Superata la Maison arriviamo a Col des Trois Termes (303 m) dove Panorama dal Col du Notre Dameprendiamo la prima strada a destra. Dopo poco inizia l'asfalto e in leggera discesa superiamo Baisse des Cascade arrivando a Col de la Cadiere. La strada è molto panoramica e in poco tempo superiamo i 2,3 km con pendenza media del 3,3% che ci separano da Col Notre Dame (324 m). Qui troviamo un panorama sulla baia veramente notevole. Il mare oggi è di un colore azzurro molto intenso. Sulla sinistra possiamo vedere  le località di Pointe du Trayas, Pointe du Notre Dame e Pointe de L'Esquillon. Sulla destra si erge Pic de L'Ours (480 m) individuabile dalla bianca antenna delle telecomunicazioni. Inizia ora una fantastica discesa con vista mare che velocemente ciLe rocce rosse nei pressi di St. Barthelemy porta a toccare Col de Lentisque (263 m). Giriamo verso l'interno fino a Col de l'Eveque (159 m). Qui svoltiamo a  destra e proseguiamo verso Agay. Facciamo una breve sosta a Sante Baume dove, superati alcuni scalini e percorso un breve tratto di sentiero, c'è l'unica fontana di tutto il percorso. Ricaricate le borracce continuiamo la discesa fino a un bivio dove seguiamo l'indicazione per Rocher di Saint Barthelemy tenendo la sinistra e, in salita, percorriamo 1500 m fino ad arrivare al parcheggio di Plateau d'Antheor. Una sbarra segna il divieto di transito per le auto e noi, in tutta tranquillità, imbocchiamo questo tratto Tratto della costiera verso Agaydi strada, considerato uno dei più belli dell'Esterel. Il fondo di asfalto è in pratica perfetto e la denominazione del sentiero “Promenade degli odori”, è dovuta al profumo delle fioriture rigogliose in questo periodo dell’anno. A mano a mano che si procede lo sguardo è attratto dalle incredibili rocce rosse che si ergono davanti a noi chiamate Rocher de St. Barthelemy. Facciamo una breve sosta in un punto panoramico, dove la vista spazia ampiamente su questo spettacolare anfiteatro che si apre sull’ampia distesa marina, di colore particolarmente azzurro che contrasta con il rosso delle rocce che proseguono nei suoi fondali. La stradaPanorama prosegue in leggera discesa, con bellissimi scorci panoramici, poi inizia una forte discesa che velocemente ci porta a Pointe de l'Observatorie. Siamo sul mare, giriamo a destra e percorriamo la D559 in direzione di Agay. Ci fermiamo diverse volte per fotografare le “calanque” e, ancora, le rocce dell'Esterel. La strada, poco trafficata in questo periodo, prosegue in falsopiano alternando discese con modeste salite. Superiamo Antheor, Agay, Le Dramont, dove c'è la salita più dura, e infine arriviamo a Boulouris. Giriamo a destra su rue Valrose e alla rotonda giriamo a destra su Boulevard des Mimosas fino a imboccare Av. Du Grand Defends. 06/04/2014. Per visualizzare altre foto: link

Altri itinerari nei dintorni
  1. Col des Trois Termes
  2. Lac Ecureuil
  3. Mont Vinaigre
  4. Ravin de Perthus
  5. Gourdon