Castelnovo ne’ Monti – Passo del Cerreto- Lago del Cerreto (Reggio Emilia)

Località di partenza Castelnovo ne' Monti (700 m) - Reggio Emilia
Lunghezza 69 km
Quoata massima 1344 m Cerreto Laghi
Dislivello complessivo in salita 1585 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Castelnovo ne' Monti (700 m) - Reggio Emilia
Acqua lungo il percorso SI - Nismozza
Parcheggio libero Castelnovo ne' Monti, parcheggio n. 2 Via Boschi - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Parma si prende la via Emilia (SS9) in direzione di Sant’Ilario d’Enza e Reggio nell’Emilia. Arrivati alle porte di Reggio si gira a destra su Via F. Chopin e poi Via Inghilterra imboccando successivamente la SS63 in direzione di Puianello. Superato il paese si continua sulla SS63 verso Vezzano sul Crostolo poi per La Vecchia, Bettola e Bocco. Inizia ora un tratto di strada caratterizzato da lunghe gallerie che conducono in breve a Castelnovo ne’ Monti. Arrivati in paese, alla rotonda con fontana, vicino all’ospedale Sant’Anna, girare su Via Roma, poi prendere la prima a destra, Via Pieve e seguire la P di parcheggio su via Boschi.

Cerreto LaghiLasciamo l’auto nel parcheggio n. 2 di Via Boschi, dove abbiamo appuntamento con  Corrado, e iniziamo a pedalare dirigendoci su Via Roma. La percorriamo tutta attraversando il centro di Castelnovo ne’ Monti fino a ricongiungerci la SS63 del Cerreto. Inizia ora una dura salita che con alcuni tornanti porta a Monteduro e termina all’altezza della Baita d’Oro dopo aver superato un dislivello medio del 6% e massimo dell’11,2%. Nismozza: Corrado alla Fonte dell'AmoreIn discesa passiamo per Cervarezza e raggiungiamo Busana. La strada prosegue alternando salite e discese fino a raggiungere Nismozza dove ci fermiamo per bere alla Fonte dell’Amore. Proseguiamo per Acquabona e arrivati alle porte di Collagna (830 m) giriamo a destra e in salita raggiungiamo il centro del paese. Il paese è reso celebre da uno dei suoi più illustri cittadini, Paolo Brusantini, governatore di Sassuolo e capitano delle guardie ducali, come Conte di Culagna (Collagna in dialetto Reggiano si dice Culâgna), noto per essere stato immortalato anche nella celebre opera di Alessandro Tassoni “La secchia rapita”. Riprendiamo la SS63 e in discesa raggiungiamo il ponte sul Cerreto Laghi: momento di relax al lago Cerretanofiume Secchia. Inizia ora una dura salita, addolcita solo in parte da alcuni tornanti, fino a raggiungere il passo del Cerreto (1261 m). Qui c’è il confine tra la Regione Emilia-Romagna e la Toscana. Oggi è in corso il raduno ciclistico “Cerreto Laghi” che ha il suo culmine a 1344 m. Dal Passo giriamo a sinistra e iniziamo l’ultimo tratto di salita che conduce a questa piccola località turistica. Presto ci accorgiamo che l’intenso traffico di questa giornata è dovuto a un’altra manifestazione locale, il raduno degli alpini, e arrivati in centro del paese notiamo l’alta affluenza di persone ai due eventi. A fatica riusciamo a superare la lunga colonnaCicloraduno "Cerreto Laghi" di automobili e raggiungiamo il lago Cerretano che si trova proprio sotto il monte La Nuda (1860 m). Ci accostiamo al punto di iscrizione alla manifestazione ciclistica e dopo aver ritirato l’attestato di partecipazione approfittiamo del ristoro per rifocillarci prima di riprendere la strada del ritorno. Oggi è una giornata molto calda e siamo un po’ preoccupati per il ritorno perché sappiamo che dovremo affrontare Cerreto Laghi: Raduno degli Alpiniancora delle salite prima di tornare a Castelnovo ne Monti. Fin qui abbiamo superato un dislivello di 1178 m. Riprendiamo le bici e ci dirigiamo verso il Passo del Cerreto dove facciamo una sosta per il caffè. Inizia ora la discesa che, velocemente e con molti scossoni causati dalle numerose buche sulla strada, ci permette di raggiungere il ponte sul fiume Secchia. Affrontiamo la salita verso Collagna e, questa volta, invece di prendere la salita a destra che ci porta al centro del paese, proseguiamo sulla SS63. In discesa superiamo due brevi gallerie, la prima lunga 120 m e la seconda 90 m. Da qui proseguiamo a ritroso percorrendo la medesima strada dell’andata. 04/08/2013.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Passo del Cerreto
  2. Ligonchio - San Pellegrino
  3. Monte Ventasso
  4. Pietra di Bismantova
  5. Passo di Pradarena
  6. Lago Calamone

                                                      Attestato di partecipazione