Sant'Anna - Monte Carnale - Alpe Mara (Sondrio)

Località di partenza Sant'Anna (422 m) - Sondrio
Lunghezza 37,7 km
Quota massima 1452 m
Dislivello complessivo in salita 1300 m
Ciclabilità 100% - 70% asfalto e 30% sterrato
Arrivo Sant'Anna (422 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso SI - Arquino - Carnale - Scessa
Parcheggio libero Sant'Anna, vicino al cimitero - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Sondrio si prende la SP15 per Chiesa in Valmalenco, dopo circa due chilometri si gira a sinistra e si può lasciare l’auto nel parcheggio vicino al cimitero. Per chi volesse partire direttamente da Arquino, invece di deviare a sinistra per Sant’Anna, prosegue dritto verso la frazione Mossini. Superato l’abitato prendere la strada asfaltata a destra seguendo le indicazioni stradali per Arquino. Qui c’è un piccolo parcheggio libero dove lasciare l’auto.

San Giovanni: un tornantePartiamo da S.Anna in direzione di Mossini. Attraversiamo la SP15 e saliamo verso il centro di questo piccolo paese. Passiamo davanti alla chiesa e continuando in salita raggiungiamo nuovamente la SP15. Percorriamo 30 metri e poi giriamo a destra seguendo l’indicazione stradale per Arquino. Dopo un primo tratto in leggera salita inizia la discesa e velocementeUn tratto della carrareccia tagliafuoco raggiungiamo il caratteristico ponte in pietra di Arquino che ci permette di oltrepassare il torrente Mallero. Giriamo a destra e pedalando in falsopiano raggiungiamo Ponchiera. Giriamo a sinistra lasciando la strada principale e affrontiamo un dura salita che ci porta in località Scherini dove raggiungiamo la chiesetta sconsacrata di San Lorenzo. Giriamo a destra e sempre in salita iniziamo un tratto di sterrato, abbastanza ripido. La pendenza media è del 11% e la massima del 19,2%. Superata la salita la carrareccia prosegue in falsopiano Tratto di sentiero a Davaglionecosteggiando i vigneti da dove si ricava il vino a denominazione di origine controllata “Grumello”. Ritrovato l’asfalto, giriamo a sinistra e seguiamo la segnaletica stradale indicante San Giovanni e Carnale. La strada sale costantemente, a volte con pendenza impegnativa. Arriviamo a San Giovanni (1000 m) dopo aver superato una pendenza media del 9,8% e massima del 13,8%. Giriamo a sinistra e proseguiamo perUn tratto del sentiero tra Davaglione e l'Alpe Mara Carnale. La strada sale ma con pendenza moderata e dopo aver attraversato il paese di Carnale la strada asfaltata termina all’altezza del parcheggio, base per le escursioni di trekking in Val di Togno (vedi itinerario). Procediamo su sterrato, poi affrontiamo un tratto cementato abbastanza duro e infine raggiungiamo l’agriturismo Dosso del Sole dove avevamo preventivato una sosta per il caffè. Purtroppo l’agriturismo è chiuso e così torniamo indietro sino alla fontana e proseguiamo seguendo la segnaletica verticale indicante la Val di Togno e il Rifugio Gugiatti-Sertorelli. La carrareccia è ben tenuta e sale con moderata pendenza. Arrivati al primo tornante, proseguiamo sulla carrareccia inoltrandoci nel bosco di abeti e Un tratto del sentiero tra Davaglione e l'Alpe Maraignorando il sentiero che prosegue dritto verso la Val di Togno,. Il fondo sterrato ma compatto ci permette di proseguire senza fatica e di impostare una pedalata costante. Affrontiamo un’altra salita dove raggiungiamo il punto più alto della giornata, quota 1452 m. Da qui la strada tagliafuoco, realizzata circa 3-4 anni fa, prosegue in falsopiano fino a raggiungere i prati di Davaglione di Sotto. Procediamo su fondo erboso, passando davanti ad alcune baite diroccate poi il sentiero diventa più stretto e si inoltra nel boscoUn tratto del sentiero tra Davaglione e l'Alpe Mara di abeti. Superiamo un paio di ponticelli in legno senza parapetti seguiti da un tratto protetto da staccionata e in discesa, su un sentiero divenuto più tecnico e veloce, intercettiamo la strada che da Scessa porta all’Alpe Mara (vedi itinerario). Siamo a quota 1380 m e iniziamo la discesa, sempre su sterrato fino a raggiungere Scessa (1200 m). Qui è possibile ricaricare le borracce con l’acqua fresca che esce dalla fontanella posta poco a monte della strada. La strada è asfaltata e in discesa arriviamo al Santuario di Santa Maria Perlungo. Dall'esterno sembra che la chiesa sia in uno stato di abbandono e degrado totale. Facciamo una breve sosta nel piazzale antistante la chiesa e poi riprendiamo la Castel Grumellodiscesa. Continuiamo a perdere quota, passiamo a fianco del cimitero e in breve raggiungiamo Montagna in Valtellina, proprio vicino al Municipio. Al bivio giriamo a destra e iniziamo nuovamente a salire. Passiamo a fianco della casa che ospitò Luigi Credaro, senatore che contribuì a sconfiggere l'analfabetismo in Italia tramite la legge Pannello didattico davanti alla chiesetta di San Lorenzo in località ScheriniDaneo-Credaro, con la quale si stabilì che i maestri percepissero lo stipendio dallo Stato e non dai Comuni. Proseguiamo fino a raggiungere nuovamente il bivio che, sulla sinistra ci riporta verso Arquino attraverso la strada dei vigneti. Ripercorriamo la sterrata fino ad arrivare nuovamente in località Scherini, di fronte alla chiesa sconsacrata di San Lorenzo. Da qui seguiamo la segnaletica verticale indicante il Sentiero Rusca e procediamo dritto, in discesa su fondo erboso. Il sentiero si allarga e dopo una curva sinistrorsa termina poco dopo la sbarra. Giriamo a destra, riprendiamo l’asfalto e dopo pochi minuti raggiungiamo Arquino. Da qui ripercorriamo la strada dell'andata. 22/07/2013.
 

Altri itinerari nei dintorni
  1. I Terrazzamenti 1
  2. Sentiero Valtellina 1
  3. Sentiero Rusca 1a tappa
  4. I Terrazzamenti 2
  5. Sentiero Valtellina 2
  6. Sentiero Rusca 2a tappa
  7. I Terrazzamenti 3
  8. Val di Togno - MTB
  9. Sentiero Rusca 3a tappa
  10. Lago di Colina
  11. Alpe Mara
  12. Val di Togno - Trek
  13. Lago di Arcoglio
  14. Bocchetta di Mara
  15. Rifugio Gugiatti
  16. Alpe Poverzone
  17. Vigneti e castagneti
  18. Scala dei Pizzi
  19. Giro delle tre chiese
  20. Giro del Meriggio
  21.