Gole del Verdon: giro del Lac de Sainte-Croix (Provenza-Alpi Costa Azzurra - Francia)

Località di partenza Les Salles sur Verdon (496 m) - Francia
Lunghezza 60 km
Quota massima 781 m
Dislivello complessivo in salita 900 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Les Salles sur Verdon (496 m) - Francia
Acqua lungo il percorso SI - Moustiers Sainte Marie
Parcheggio libero Les Salles sur Verdon - Link
Traccia GPX Lac de Sainte-Croix
Mappa e profilo altimetrico Link
Itinerari in Provenza - Alpi Costa Azzurra Link

Come arrivare: da La Palud sur Verdon si percorre la D952 in direzione di Moustiers Sainte Marie. Arrivati alla rotonda, si gira a sinistra verso Les Salles sur Verdon seguendo la D957. Dopo 11 km si arriva a Les Salles sur Verdon. Nella piazza del paese c’è un comodo parcheggio gratuito.

Lac de Sainte CroixPartiamo dal paesino di Les Salles sur Verdon (496 m) dopo aver parcheggiato l’auto nella piazza del paese. Il Lac de Sainte Croix è il terzo lago più grande di Francia dopo il Lac du Bourget e il Lac d’Annecy (eccettuata la porzione francese del lago di Ginevra). Percorriamo il viale che conduce all’incrocio con la D957. Svoltiamo a destra mantenendo il lago alla nostra sinistra per tutto il giro. Dopo 2 km la strada si discosta dal lago e prosegue verso l’interno delimitata da una vegetazione particolarmente verde in questo periodo.  L’asfalto è perfetto, privo di buche. E’ mattina presto perciò incontriamo pochissime macchine. Lac de Sainte CroixSi alternano brevi salite e discese fino al bivio per Bauduen (12,7 km). Giriamo a destra e lasciamo la D957 per prendere la D49. Il primo tratto è in falsopiano, poi inizia una bella discesa che velocemente sembra volerci far raggiungere il paese di Bauduen. Non lasciatevi tentare, perché dopo circa 6 km di discesa dobbiamo girare sulla sinistra seguendo le indicazioni per Barrage de Sainte-Croix e la D71. Purtroppo si riprende a salire, con pendenza costante, fino a raggiungere un punto panoramico dove possiamo ammirare dall’alto il paesino di Bauduen (470 m) sulla riva del lago, addossato alla parete della collina. Scattiamo alcune foto e poi proseguiamo su questa strada fino ad arrivare al ponte che ci porta sull’altra sponda del lago (25 km). Ci fermiamo a metà ponte per fotografare la diga Barrage de Sainte Croix che è stata costruita tra il 1971 e 1974 per scopi idroelettrici e che Lac de Sainte Croix ha un altezza di 95 m. Passato il ponte, giriamo a destra prendendo la D111 e dopo un breve tratto di discesa inizia la salita, che, addolcita da qualche tornante, ci porta in vista del paesino di Ste-Croix de Verdon (500 m) (30,2 km). Ancora un breve tratto di salita e raggiungiamo il bivio, dove lasciamo la D111 e proseguiamo sulla Route de Moustiers. Finalmente raggiungiamo l’altopiano e ci fermiamo al belvedere (639 m) per ammirare tutto il lago e le montagne circostanti. Di fronte a noi, sulla sponda opposta del lago, c’è Bauden mentre sulla nostra destra si vede molto bene il paesino di Ste Croix de Verdon. BoundenScattate alcune foto riprendiamo a pedalare su questa strada, caratterizzata, da vasti campi di lavanda e grano. Questo tratto di strada è inserito nel percorso classico della Provenza, famoso appunto per i campi di lavanda e grano molto fotografati dai turisti nel periodo della fioritura (fine giugno-inizio luglio). Seguiamo sempre le indicazioni stradali per Moustiers Sainte Marie. La strada è in falso piano e si mantiene costante per lunghissimi rettilinei. Il paesino di Sainte Croix de VerdonDopo una breve serie di “mangia e bevi” inizia una ripida discesa con pendenza del 16% che velocemente ci porta ai piedi della salita che porta fino a Moustiers Sainte Marie (640 m) (44,3 km), situato in una posizione molto suggestiva a ridosso della montagna. Arrivati alla rotonda prendiamo la strada che, in salita, ci porta al centro di questo grazioso paesino (Av. Frederic Mistral). Qui troviamo la fontana di acqua fresca per la nostra borraccia ormai vuota. Passeggiamo per il centro e visitiamo la chiesa di Notre Dame de l’Assomption che ha un imponente campanile in stile romanico-lombardo. Alzando lo sguardo notiamo in lontananza il santuario di Notre Dame de Beauvoir, raggiungibile attraverso un sentiero esclusivamente pedonale costituito da 262 gradini. Dopo una breve sosta mangereccia, ci incamminiamo verso il santuario per una breve visita. Campi di colza sull'altopiano E’giunta l’ora di ripartire e così prendiamo la via che ci porterà fuori dal borgo e, in discesa, percorriamo la D952 in direzione del lago. Arrivati alla rotonda continuiamo dritto con la D957 fino al pont de Galetas, dove il Verdon si butta nel Lac de Sainte-Croix. Il colore bianco dell’acqua del Verdon, contrasta con il verde intenso del lago. Scattiamo qualche foto e ripartiamo in leggera salita per fare gli ultimi chilometri della giornata. Arrivati al bivio di Les Salles sur Verdon giriamo a destra e in breve raggiungiamo la piazza dove avevamo parcheggiato l’auto.  07/05/2013. Per visualizzare altre foto: link.Campi di grano e lavanda sull'altopiano

 

 

 

 

Altri itinerari nei dintorni
  1. Sentier Blanc Martel
  2. Route des Cretes
  3. Les Chauvets
  4. Senteir Imbut
  5. Lac de Sainte Croix
  6. Chapelle Notre Dame

Suggerimento: considerato che il giro del lago porta direttamente a Moustiers Sainte Marie, è consigliabile lasciare l’auto al mattino nei comodi parcheggi del paese, così a giro concluso si vista il borgo in tutta tranquillità.Moustiers Sainte Marie