Mantova - Peschiera del Garda - Bosco della Fontana

Località di partenza Mantova (19 m)
Lunghezza 90 km
Quota massima 78 m Peschiera del Garda
Dislivello complessivo in salita 297 m
Ciclabilità 100% asfalto
Arrivo Mantova (19 m)
Acqua lungo il percorso SI - Mantova - Borghetto sul Mincio - Diga di Monzambano
Parcheggio libero Mantova, viale Mincio - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link

Come arrivare: usciti dal casello autostradale dell'A22, Mantova Nord, alla prima rotonda si gira a destra e alla successiva a sinistra prendendo via Legnaghese (SS10). Si continua dritto fino ad oltrepassare il ponte che divide il lago di mezzo da quello inferiore e poi si gira a destra su Viale Mincio, passando d'avanti al Palazzo Ducale.
Peschiera del Garda: il fossato a fianco del Baluardo Feltrin e in lontananza il ponte di porta BresciaAlle ore 10.00 lasciamo l’auto nel comodo parcheggio libero all’esterno delle mura di Mantova, su viale Mincio, all’altezza del monumento a Virgilio. Siamo in compagnia di Corrado e iniziamo a pedalare sulla pista ciclabile che costeggia il Lago di Mezzo, in direzione del sottopasso della linea ferroviaria, fino ad arrivare al Lago Superiore. Qui si gira a destra e si prosegue lungo la ciclabile fino ad arrivare al circolo di canottaggio. Proseguiamo su via Santa Peschiera del Garda: Fabrizio e Corrado davanti al ponte di porta BresciaMaria Nuova, poi giriamo a sinistra su via San Giovanni Bosco e all’altezza di un vasto parcheggio giriamo a destra. Seguendo sempre i cartelli color marrone della ciclabile, costeggiamo un canale e poi attraversiamo un piccolo boschetto, al termine del quale, c’è un ponticello di legno. Si gira a sinistra e si continua sulla ciclabile fino all’attraversamento di una strada trafficata, strada Soave, dove bisogna prestare molta attenzione. Superato l’incrocio, la pista ciclabile prosegue in tutta sicurezza ed èPeschiera del Garda: Fabrizio e Corrado all'ingresso di Porta Brescia ottimamente segnalata. Mancano 40 km a Peschiera del Garda. Dopo una serie di curve arriviamo lungo le sponde del canal Bianco, che ci farà compagnia fino a Pozzolo, poi seguiremo il Mincio fino a Peschiera. La ciclabile è tutta asfaltata, salvo un breve tratto di sterrato di circa 300 m vicino a Borghetto sul Mincio. La ciclabile presenta lunghissimi rettilinei in pieno sole e, vista la stagione, è piacevole sentirne il tepore. Passiamo Pozzolo, dove c’è un’area attrezzata per pic-nic e un ristoro. Riprendiamo la pista ciclabile Peschiera del Garda: porta Veronasempre costeggiando il Mincio fino ad arrivare a Borghetto sul Mincio. Ci fermiamo per mangiare un panino e poi proseguiamo lungo la riva del Mincio, fino ad arrivare in poco tempo a Monzambano. Qui è necessario prestare attenzione all’attraversamento stradale, perché il traffico è molto intenso. Oltrepassato l’incrocio la pista ciclabile continua in tutta sicurezza fino ad arrivare alla diga dove troviamo una fontana. Oltrepassiamo la diga e ci portiamo sull’altra sponda del fiume. Ancora pochi chilometri e arriviamo alle porte di Peschiera dove laPeschiera del Garda: la darsena ciclabile termina. Proseguiamo su sterrato passando sotto il ponte della ferrovia, giriamo a sinistra e proseguiamo su sentiero sterrato costeggiando il canale e il baluardo Cantarane. Proseguiamo lungo il canale fino al Baluardo Feltrin e imbocchiamo una piccola, ma ripida salita che ci riporta sulla strada asfaltata e dopo una breve discesa siamo davanti a Porta Brescia, dove c’è un cannone della 2ª guerra mondiale. Ci fermiamo per scattare alcune foto prima di riprendere il percorso e passare il ponte che conduce a Porta Brescia (1551). Entrati nel piccolo borgo di Peschiera proseguiamo dritto e, Peschiera del Garda: il porto visto dal Baluardo Tognonoltrepassata la darsena, pedaliamo fino a Porta Verona (1553). Dopo aver scattato alcune foto alla porta e all’imponente Bastione San Marco (1553) rientriamo da Porta Verona e ci dirigiamo verso la darsena costeggiando il Padiglione Grandi Ufficiali. Una breve sosta per un panino e poi riprendiamo a pedalare raggiungendo il porto di Peschiera, da dove parte il lungo lago. La giornata è bella ma c’è un po’ di foschia che non ci permette di vedere in lontananza le montagne. Dopo questa breve visita di Peschiera ci rimettiamo in sella alle nostre biciclette e ripercorriamo a ritroso la stessa strada fattaPannello didattico della ciclabile Mantova - Peschiera del Garda all’andata. Passiamo sotto porta Brescia e riprendiamo lo sterrato fino a ritrovare la pista ciclabile. Velocemente ripercorriamo i chilometri che ci separano da Borghetto sul Mincio dove ci fermiamo per un caffè. Non visitiamo Borghetto, perché ci eravamo già stati nel 2011 (vedi itinerario) e riprendiamo la pista ciclabile verso Mantova. Lungo il percorso facciamo conoscenza con un ciclista del posto e dopo un breve scambio di battute si offre gentilmente di accompagnarci fino all’entrata del Bosco della Fontana. Bosco della Fontana: il casino di caccia dei GonzagaAttraversiamo diverse stradine e non vediamo nessuna segnalazione per il Bosco. Dopo Marengo lasciamo la ciclabile girando a sinistra e ci dirigiamo verso Marmirolo. Attraversiamo il piccolo paese e prendiamo la ciclabile che porta a Bosco della Fontana. Arrivati all’ingresso del bosco ringraziamo il ciclista tanto gentile e ci incamminiamo sul viale spingendo la bicicletta verso il casino di caccia dei Gonzaga. All’ingresso c’è un cartello con una serie di divieti e tra questi c’è appunto il divieto di girare in sella alla bicicletta. Dopo circa duecento metri di rettilineo ci troviamo di fronte una singolareBosco della Fontana: il casino di caccia dei Gonzaga costruzione formata da un blocco centrale e quattro torri angolari, un tempo utilizzata dai Gonzaga come casino di caccia. Un cancello ne impedisce l’accesso e la visita. Finita questa breve visita ritorniamo all’ingresso del Bosco della Fontana, saliamo in sella e giriamo a destra percorrendo la pista ciclabile che in poco tempo ci riporta sulla ciclabile che avevamo percorso la mattina. Da qui seguiamo la pista fino a ritornare a Mantova. 03/03/2013

Altri itinerari nei dintorni
  1. Ponti sul Mincio
  2. Bosco della Fontana
  3. Peschiera del Garda
  4. Volta Mantovana
  5. Cavriana - Castellaro
  6. Goito - Solferino - San Martino