San Polo d’Enza – Torre Rossenella e castello di Canossa (Reggio Emilia)

Località di partenza San Polo d’Enza (168 m) - Reggio Emilia
Lunghezza 26 km
Quota massima 628 m prima del bivio per Canossa
Dislivello complessivo in salita 560 m
Ciclabilità 100% - 90% asfalto e 10% sterrato
Arrivo San Polo d’Enza (168 m) - Reggio Emilia
Acqua lungo il percorso Si - Torre Rossenella
Parcheggio libero San Polo d’Enza - Link
Traccia GPX Link
Mappa Link
Profilo altimetrico Link

Come arrivare: da Parma si prende la via Emilia (SS9) sino a Sant’Ilario d’Enza. Si gira a destra, seguendo la segnaletica stradale per Montecchio Emilia e passato il paese, dopo circa 9 km, si arriva a San polo d’Enza.  Oppure si prende la SS513 verso Traversetolo. Arrivati alle porte del paese si prende la tangenziale in direzione di San Polo d’Enza e passato il paese di Vignale e il ponte sul torrente Enza si arriva a San Polo. Si gira a destra, sempre sulla SS513, in direzione di Ciano d’Enza e poco dopo, sulla destra, c’è un parcheggio libero.
Da Reggio nell’Emilia si prende la SS63 fino a Puianello poi si gira a destra e passati i paesi di Montecavolo e Quattro Castella si arriva a San Polo d’Enza.

Pista ciclabile lungo l'EnzaLasciamo l’auto nel parcheggio libero e imbocchiamo subito la pista ciclabile sterrata che inizia alla fine del parcheggio, sulla destra. Il primo tratto è in leggera discesa e la pista ciclabile è caratterizzata da una staccionata di legno e da alcuni pannelli didattici. Si costeggia la tangenziale e poi si attraversa una strada poco trafficata e si riprende la pista ciclabile dalla parte opposta. Dopo poco Pista ciclabile lungo l'Enzala pista ciclabile affianca il torrente Enza e lo sterrato ghiaiato lascia il posto ad un fondo terroso ed erboso. Si continua così per un buon tratto poi si ritrova lo sterrato ghiaiato. Arrivati in località Dirotte la pista ciclabile termina. Qui c’è uno sbarramento del torrente Enza. Bisogna tornare indietro per un centinaio di metri e prendere la strada in salita che porta all’incrocio con la SS513. Giriamo a sinistra e su asfalto ci dirigiamo velocemente verso Ciano d’Enza, approfittando della pendenza a noi favorevole.La torre Rossenella e il castello di Rossena Arrivati a Ciano d’Enza (219 m) giriamo a destra e iniziamo la salita verso la torre Rossenella e il castello di Rossena. La salita è costante con una pendenza media del 6,7% e permette di impostare una pedalata regolare. Dopo alcuni tornanti il panorama si apre sulla valle dell’Enza e in lontananza possiamo vedere i calanchi e il borgo di Rossena. Un ultimo strappo e Il castello di Canossagiungiamo nei pressi del borgo di Rossenella, che avevamo già visitato all’inizio di settembre (vedi itinerario). Continuiamo a pedalare verso Canossa e dopo un tratto in falsopiano affrontiamo la salita che ci porta al bivio per Canossa. Giriamo a sinistra e arriviamo nel punto più alto del percorso. Facciamo una breve sosta per fotografare il castello di Canossa e poi ci lanciamo in discesa prima di prendere la strada in leggera salita sotto le mura del castello. Seguiamo la SP73 scarsamente trafficata Panorama sul castello di Rossena e la torre Rossenellae dopo aver scollinato, inizia una bella discesa caratterizzata da tornanti fino ad arrivare alla chiesa di Grassano. Sempre in discesa raggiungiamo San Polo d’Enza, giriamo a sinistra e con poche pedalate raggiungiamo nuovamente il parcheggio, dove avevamo lasciato l’auto il mattino. 20/10/2012.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Canossa 1
  2. Bianello
  3. Pietra di Bismantova