Scessa - Alpe Mara - Rifugio Gugiatti Sertorelli (Sondrio)

Località di Partenza Scessa (1200 m) - Sondrio
Quota massima 2180 m rifugio Gugiatti -Sertorelli
Dislivello complessivo in salita 1000 m
Arrivo Scessa (1200 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso NO
Parcheggio libero Scessa - Link
Come arrivare: da Sondrio percorrere la SP21 in direzione Montagna in Valtellina. Giunti in paese, al semaforo girare a sinistra e seguire le indicazioni per Santa Maria Perlongo (915 m) e Alpe Mara. Al paese di Scessa la strada asfaltata finisce e inizia la strada sterrata.
Parcheggiamo l’auto in una rientranza lungo la strada ed Alpe Mara: verso il rifugio Gugiatti - Sertorelliiniziamo a camminare seguendo lo sterrato. Pian piano, sempre in dolce salita, guadagniamo quota fino ad arrivare ad un bivio dove un evidente sentiero sulla sinistra Il rifugio Gugiatti - Sertorelliabbandona la strada sterrata e taglia all’interno del bosco contrassegnato ogni tanto da un classico segnavia bianco-rosso. Proseguiamo il cammino intercettando di tanto in tanto la strada sterrata fino ad arrivare all’Alpe Mara (1900 m). Decidiamo di non seguire i segnavia verticali indicanti il rifugio Gugiatti Sertorelli (ore 1,40), ma continuiamo sulla carrareccia godendo dei punti panoramici. La presenza dei larici nella loro veste autunnale offre una varietà di tonalità giallo-arancio che rende la montagna particolarmenteAlpe Mara: panorama suggestiva. La giornata è molto bella e la temperatura è al di sopra della media stagionale. Questo ci permette di indossare solamente una maglietta tecnica a maniche lunghe. Il percorso si snoda quasi totalmente in campo aperto e in poco tempo arriviamo al bivio per la bocchetta di Alpe Mara: panoramaMara (2342 m). Sulla sinistra notiamo in lontananza il rifugio Gugiatti Sertorelli, che raggiungiamo in circa 10 minuti dopo essere passati per l'Alpe Cavallina (2150 m). Il rifugio Gugiatti Sertorelli (2180 m) è chiuso. Ci accomodiamo sulle panche di legno e pranziamo con due bei tranci di pizza, acquistati il mattino, e con due biscioline (specialità dolciaria valtellinese). Grazie alla felice posizione dal rifugio possiamo godere di un ottimo panorama sulleCastel Grumello Alpi Orobie Valtellinesi. Dopo aver scattato qualche foto riprendiamo la strada del ritorno, accorciandola di tanto in tanto grazie ad "invisibili" tracce di sentiero lungo i prati. In breve tempo siamo di nuovo all’Alpe Mara e da lì seguiamo a ritroso lo stesso sentiero dell’andata fino alla Castel Grumellomacchina. Durante il ritorno verso Sondrio, dopo Montagna in Valtellina, facciamo una deviazione sulla sinistra per visitare Castel Grumello che fa parte del patrimonio del FAI (Fondo Ambiente Italiano). Lasciamo l'auto nel parcheggio libero di fronte alla chiesetta di Sant'Antonio del 1600 circa e a piedi, in breve, raggiungiamo la scala in pietra che porta alla torre del castello. Castel Grumello è stato costruito nel 1326 da Corrado De Piro e fu distrutto 200 anni più tardi, dai Grigioni, nel 1526. Rimangono pochi resti, che il FAI ha sapientemente restaurato, da dove si godono splendidi panorami. Intorno al castello, sui terrazzi ricavati da muretti a secco in pietra viene coltivata la vite. Da qui si ricava un pregiato vino denominato Grumello. 29/10/2011.
Altri itinerari nei dintorni
  1. I Terrazzamenti 1
  2. Sentiero Valtellina 1
  3. Sentiero Rusca 1a tappa
  4. I Terrazzamenti 2
  5. Sentiero Valtellina 2
  6. Sentiero Rusca 2a tappa
  7. I Terrazzamenti 3
  8. Val di Togno - MTB
  9. Sentiero Rusca 3a tappa
  10. Lago di Colina
  11. Alpe Mara
  12. Val di Togno - Trek
  13. Lago di Arcoglio
  14. Bocchetta di Mara
  15. Rifugio Gugiatti
  16. Alpe Poverzone
  17. Vigneti e castagneti
  18. Scala dei Pizzi
  19. Giro delle tre chiese
  20. Giro del Meriggio
  21.