Passau - Vienna

 
1ª Tappa  Venerdì 23/05/2008 Passau - Inzell (49 km)Passau

 Partiamo in macchina da Parma alle ore 4.30 del mattino in direzione di Brescello. Da qui prendiamo la superstrada fino a Pegognaga e proseguiamo fino all’imbocco dell’autostrada del Brennero. Ci accompagna per tutto il viaggio una pioggia battente e nemmeno oltre il confine austriaco il tempo migliora, anche se la pioggia è meno intensa. Arrivati a Rosenheim usciamo dall’autostrada e ci immettiamo sulla strada E552 fino a Passau. A 50 Km dalla meta finalmente il cielo si apre e ormai non piove più. Arriviamo a Passau alle 12,00 dopo aver percorso 631 km in circa 7 ore. Parcheggiamo la macchina in una via tranquilla e dopo aver montato le biciclette, iniziamo la prima tappa del nostro viaggio.Jochenstein Restiamo sul lato sinistro del Danubio e dopo aver attraversato Obernzell arriviamo a Jochenstein, dove è possibile attraversare il Danubio passando sulla diga. Continuiamo a pedalare fino ad Engelhartszell, un piccolo paese dove sorge la stift, l’abbazia fondata dai monaci Cistercensi nel 1293. Il tempo si mantiene bello, c’è qualche nuvola ma anche qualche sprazzo di azzurro. Proseguiamo per Schlogen, dove il Danubio forma un’ansa singolare, molto bella da vedere. Approfittiamo della sosta per mangiare un panino. Ripartiamo e dopo 3,5 km arriviamo ad Inzell dove abbiamo prenotato una camera. Il posto è molto bello e tranquillo. JochensteinLa Gasthof è sulla riva del Danubio ed è situata proprio di fronte alla pista ciclabile. Decidiamo di cenare nel ristorante della Gasthof e dopo aver ordinato schnitzel con patate fritte, la proprietaria del locale fa accomodare un’altra coppia al nostro tavolo. Scambiamo subito qualche parola e scopriamo che Manfred e Carmen vivono a Linz e stanno percorrendo la riva del Danubio in bicicletta in senso opposto al nostro. Hanno intenzione di arrivare fino a Passau e poi rientreranno a casa in treno. Dopo aver saputo che siamo diretti a Linz e quindi a St. Florian, ci danno consigli utili per la visita della città. Dopo Da sinistra: Carmen, Manfred e Fabrizioaver confrontato le rispettive mappe, ci offrono gentilmente la loro, molto più dettagliata della nostra, e noi ci impegniamo a rispedirgliela non appena rientriamo in Italia. Il giorno dopo, attraversando Linz, ci accorgiamo di quanto siano stati utili i consigli di Manfred e Carmen, anche perché ci hanno fatto evitare le strade molto trafficate in alcuni punti della città, dove la pista ciclabile non era ben indicata. 

 

 
 
 2ª Tappa   Sabato 24/05/2008 Inzell –– Enns (97 km)Poco dopo Inzell
Dopo un’abbondante colazione salutiamo i nostri nuovi amici, Manfred e Carmen ed iniziamo a pedalare in direzione di Wilhering (43 km), dove visitiamo l’abbazia di Zisterzienserabter, fondata dai cistercensi nel 1146. Si riprende la strada per Hof e traghettiamo sul lato sinistro arrivando ad Ottensheim. Visitiamo la chiesa che si trova in posizione leggermente elevata rispetto al paese. Proseguiamo verso Puchenau – Linz (53 km). Arrivati a Linz ci Lungo il Danubiodirigiamo direttamente all’ufficio del turismo, situato nella piazza centrale, dove chiediamo indicazioni per il pernottamento. Purtroppo non sono di molto aiuto, soprattutto perché fanno Linzprenotazioni solo per pernottamenti in Linz. Decidiamo di riprendere a pedalare e ci dirigiamo verso la riva del Danubio e continuiamo sul lato sinistro (così come ci hanno suggerito Manfred e Carmen) fino ad arrivare alla diga di Abwinden che ci permette di attraversare il fiume e riportarci sulla riva destra. Proseguiamo in direzione di St. Florian e giunti al paese St. Floriandecidiamo di visitare subito l’Abbazia, ma scopriamo che la prima visita disponibile è alle ore 16,00 ed è possibile effettuarla con un minimo di 10 persone. Sono le ore 15.30 e così approfittiamo per fare un po’ di telefonate per il pernottamento. Scopriamo che è possibile pernottare negli alloggi dell’Abbazia, ma purtroppo è obbligatorio prenotare in anticipo. Dopo le foto all’esterno dell’abbazia, torniamo alla biglietteria per la visita, ma con nostra grande delusione scopriamo che non ci sono 10 persone, e dopo aver insistito un po’ con il bigliettaio senza successo, riprendiamo sconsolati la bici e ci dirigiamo verso Enns. Consiglio: vale la pena arrivare all’Abbazia, ma bisogna metter in conto l’impossibilità di visitare l’interno se non si è in 10 persone. EnnsArrivati ad Enns, prendiamo posto nella Guesthause e dopo una doccia facciamo la visita del paese e concludiamo la giornata con un’abbondante cena al Ristorante Pizzeria Weinkeller. In Austria è ancora possibile fumare nei luoghi pubblici e così, su nostra richiesta, il proprietario, che si rivelerà essere una persona molto gentile e disponibile, ci riserva un tavolo in una saletta "non fumatori" tutta per noi. Dopo un’abbondante cena a base di grigliata di carne, Wiener Schnitzel e patate fritte (cucina ottima) chiediamo al ristoratore informazioni sugli orari del traghetto da prendere l’indomani per l’attraversamento del fiume. Con nostra sorpresa, non solo ci da indicazioni, ma si offre gentilmente di mostrarci la strada fino al porticciolo. Salgo in macchina con lui e mi indica passo passo , cartello dopo cartello, la strada di circa 10 km che dovremo fare la mattina dopo per arrivare al porticciolo. Mi riporta poi al ristorante dove Loredana mi aspetta e dopo averlo ringraziato molto per la sua gentilezza e disponibilità, ritorniamo verso la Guesthause. 

 3ª Tappa   Domenica 25/05/2008 Enns – Marbach an der Donau (95 km)Mathausen

Dopo un’abbondante colazione iniziamo la pedalata verso l’attracco del traghetto che ci porterà sulla riva sinistra del Danubio a Mathausen. Grazie al sopralluogo della sera prima troviamo facilmente la strada e in pochissimo tempo siamo sulla sponda del fiume. Sono le ore 8.30 ed un cartello ci informa che il primo traghetto parte alle ore 9.00. Il tempo è nuvoloso e lascia cadere qualche gocciolina ma per il momento niente di preoccupante. Sono le 8.50 e non c’è nessuno che deve prendere il traghetto e non si vede nemmeno il traghetto ormeggiato da qualche parte. Cominciamo a preoccuparci, ma fortunatamente arriva un signore con il cane e nonostante parli solo in tedesco ci fa capire che il traghetto arriverà sicuramente alle ore 9.00 in punto. Alle ore 9.00 il traghetto arriva e dopo aver caricato le bici attraversiamo il Danubio fino alla riva di Mauthausen. Dopo una breve visita della cittadina ripartiamo in direzione di Naarn – Bergern. Il cielo è un po’ coperto e ogni tanto cade qualche gocciolina. Prima di attraversare il ponte ci fermiamo presso un centro di informazione turistica ed approfittiamo per fare uno spuntino. Passiamo il ponte e proseguiamo sul lato destro verso GreinWallsee – Ardagger. Proseguiamo per Tiefenbach, passiamo il ponte e andiamo a Grein dove visitiamo la Stadplatz e il centro cittadino. Torniamo indietro per 2 km sino a Tiefenbach, ripassando il ponte sul Danubio e proseguiamo sul lato destro sino ad Ybbs. Visitiamo anche questa cittadina dove apprendiamo da una locandina esposta all’entrata di un grosso palazzo, che Mozart ha tenuto un concerto proprio qui. Torniamo indietro per un paio di kmGrein e passiamo il ponte portandoci sul lato sinistro del Danubio a Persenbeug. Passiamo sotto il castello e proseguiamo per Marbach. Dopo una curva avvistiamo Maria Taferl. Arrivati a Marbach cerchiamo la Guesthause che avevamo prenotato da Linz e dopo aver lasciato i bagagli in camera riprendiamo la bici e iniziamo la salita verso l’abbazia di Maria Maria TaferlTaferl. All’inizio c’è una bella pendenza, ma superato il primo km la strada si spiana leggermente e sale più dolcemente per i restanti 2 km. Il piazzale è molto panoramico e la vista sul Danubio ricompensa la fatica della salita. Visitiamo la chiesa ed il paesino e infine riprendiamo la discesa per rientrare in albergo. Lasciamo le bici nel garage (lungo il Danubio tutti sono Panorama da Maria Taferlattrezzati con capanni o simili per il ricovero delle biciclette) e dopo una rinfrescatina ci incamminiamo verso il centro in cerca di un posticino per cenare. Sulla riva del Danubio troviamo un posticino molto carino dove si mangia molto bene. Facciamo anche un sopralluogo al piano superore dove ci sono le camere e scopriamo che è un bel posticino per fare un’ottima vacanza. Lo terremo in considerazione per la prossima vacanza danubiana.

 

4ª Tappa   Lunedì 26/05/2008 Marbach – Mautern (75 km)

Dopo aver fatto un’abbondante colazione partiamo e ci dirigiamo sulla riva sinistra del Danubio verso Pochlarn - Ebersdorf. Qui bisogna fare attenzione a prendere la pista ciclabile sulla riva destra che raggiungeremo Melkattraversando il Danubio in tutta sicurezza sulla diga, dal cui punto centrale si può già vedere Melk in lontananza. Arrivati alle porte del paese ci dirigiamo verso l’abbazia. La giornata è bellissima. Lasciamo le biciclette nel parcheggio apposito, dove è possibile custodire in cassettoni di sicurezza anche le sacche Biblioteca di Melk(1.00 € a rendere). Dopo aver visitato la biblioteca ci dirigiamo verso il  padiglione barocco del quale consigliamo la visita. Finita la visita riprendiamo le biciclette e pedaliamo in direzione di Emmersdorf che si trova sul lato sinistro del Danubio. Qui visitiamo la Marktplace e la chiesa di St. Nikolaus che si raggiunge dopo aver percorso una dura salita. Riprendiamo la strada in direzione di Spitz a.d.D. dove visitiamo il Rathaus e la Pharrkirche st. Mauritius. Proseguiamo per Weissen Kirchen in der Wachau dove una scalinata coperta sale alla chiesa Marie Verso DurnsteinHimmelfahrt. Proseguiamo per Durnstein dove ci facciamo una bella foto passando sulla ciclabile appena sotto al castello e continuiamo per Stein – Krems a.d.D. Arriviamo nelle prime ore del pomeriggio e dopo aver attraversato il ponte raggiungiamo Mautern dove ci fermeremo per la notte. Troviamo posto in una bellissima guesthause (44,00 € con colazione). Scarichiamo le borse e dopo una bella doccia prendiamo le biciclette e decidiamo di visitare Stein. La caratteristica di questa cittadina sono i portoni che risalgono al 1400-1500 e, non solo, dietro di essi si nascondono dei cortili molto suggestivi. Proseguiamo verso Krems a d. Donau e dopo una breve visita torniamo verso casa cercando un posto per la cena. Purtroppo non siamo molto fortunati e dopo aver lasciato gran parte del cibo nell’unico ristorante aperto torniamo un po’ sconsolati verso la guesthause. Per fortuna il mattino seguente ci rifacciamo con un’abbondante colazione con la marmellata di albicocche più buona mai assaggiata. Scopriamo che vicino casa c’è un frutteto di albicocche che ogni anno permette un raccolto abbondante tanto da produrre frutti non solo per uso familiare, ma anche per la vendita, comprese le ottime marmellate.
 
5ª Tappa martedì 27/05/2008 Mautern – Vienna (97 km) (percorsi in totale 413 km)Tulln
 
Partiamo al mattino presto e cominciamo pedalando sulla riva destra del Danubio. Arrivati a Tulln entriamo nella cittadina e ci dirigiamo all’ufficio turistico per prendere la mappa della città. Notiamo che l’ufficio turistico è attrezzato con un grosso armadio in ferro suddiviso a scomparti che funge da cassetta di sicurezza dove possono trovare posto le borse delle biciclette. Il costo è di 2 euro. Iniziamo la visita della città dalla chiesa di Santo Stefano e dal battistero. Sulla pista ciclabile del Danubio si possono notare i monumenti dedicati ai Nibelunghi e a Marco Aurelio. Ci fermiamo nei giardini all’ombra di un grosso albero per pranzare e poi proseguiamo per Klosterneuburg dove visitiamo l’abbazia. Continuiamo poi verso Vienna dove giungiamo alle ore 16.00. Duomo di Santo Stefano a ViennaPercorriamo il Donau Canal sul quale non ci sono le indicazioni per le varie uscite e così ogni tanto saliamo per vedere a che punto siamo della città. Finalmente troviamo l’uscita giusta e dopo aver attraversato il Ring entriamo nella via dove si trova l’appartamento che avevamo anzitempo prenotato. L’appartamento è a quattro passi dal Duomo di Santo Stefano e siamo contentissimi della scelta.