Lagdei - Monte Fosco - Monte Orsaro - Monte Marmagna (Parma)

Località di partenza Lagdei (1257 m) -  Parma
Quota massima 1851 m monte Marmagna
Dislivello complessivo in salita 806 m
Arrivo Lagdei (1257 m) -  Parma
Acqua lungo il percorso SI - lago Santo
Parcheggio libero Lagdei m 1257 - Link

Come arrivare: da Parma si percorre la SP665 verso Langhirano. Superato il paese si continua in direzione Pastorello dove, alla rotonda, si prosegue per Corniglio. In località Miano si gira a destra e si seguono le indicazioni per Lagdei. Arrivati al parcheggio “I cancelli” si prende la strada sterrata a destra e si prosegue per un paio di km fino ad arrivare al parcheggio libero.

Lasciamo l’auto nei pressi della fontanella e ne approfittiamo per riempire le borracce primaIl tratto di sentiero che porta alla Foce del Fosco di iniziare l’escursione. Passiamo davanti al rifugio Lagdei, da dove parte il sentiero per il monte Tavola (segnavia CAI n. 725) e il Monte Fosco. Il primo tratto è pianeggiante e dopo aver attraversato il ponticello di legno inizia la salita con lieve pendenza verso l’interno del bosco di abeti. Dopo poco giriamo a sinistra seguendo la segnaletica verticale indicante la Foce del Fosco. Proseguendo dritto si raggiunge il Monte Tavola (vedi itinerario Lagdei – Monte Tavola). Il primo tratto in salita prende quota velocemente finché il sentiero, dopo una serie di tornanti, prosegue in falsopiano, sempre nel bosco di abeti. Si riprende la salita e seguendo i Il termine di confine sul monte Foscosegnavia rosso-bianco-rosso si arriva al bivio Ronchi di Luciano (1530 m). L’ultimo tratto, sempre in salita, ci porta alla Foce del Fosco (1613 m). Giriamo a destra e, in 10 minuti, raggiungiamo la vetta del Monte Fosco (1682 m). Qui troviamo il termine di confine datato 1828, che delimita il territorio del Ducato di Parma da quello del Granducato di Toscana. Incisa sul termine è ancora ben visibile la corona ducale sia sul lato toscano, contrassegnato dalla T, che sul lato parmense, contrassegnato dalla scirtta Parma. Vediamo in lontananza la cima del monte Orsaro, prossima tappa dell’itinerario odierno, mentre nella valle si può vedere il parcheggio e il rifugio Lagdei. Abbiamo già avuto occasione di raggiungere il Monte Fosco nel mese di Febbraio 2011 (vedi itinerario Monte Tavola – Fosco), quando il panorama si presentava tutto innevato. Riprendiamo la nostra escursione e ritorniamo alla Foce del Fosco ripercorrendo il tratto di sentiero dell’andata. Alla Foce seguiamo il sentiero tracciato nel bosco che porta al monte Orsaro. Dopo circa mezz’ora la faggeta lasciaIl monte Braiola e il monte Orsaro il posto ai bassi cespugli carichi di mirtilli. Facciamo quindi una sosta per raccoglierne un pò e con le mani macchiate di viola riprendiamo il cammino. In circa 20 minuti raggiungiamo la vetta del monte Orsaro (1830 m). In condizioni di cielo sereno da questa cima è possibile vedere il mare in lontananza, ma la giornata di oggi è caratterizzata da una leggera foschia che ne impedisce la vista, ma che comunque rende molto suggestivo il panorama velando le cime delle montagne che si profilano di fronte a noi. Dopo Il monte Braiolaaver mangiato un panino di fianco alla statuetta stilizzata della Madonnina, riprendiamo il cammino in discesa, lungo il crinale, e raggiungiamo in poco tempo la Bocchetta dell’Orsaro (1722 m). Proseguiamo in salita fino alla cima del monte Braiola (1819 m). Qui troviamo un altro termine di confine. Scendiamo fino alla sella del Braiola (1715 m) e poi, sempre in salita sul crinale, raggiungiamo il Monte Marmagna (1851 m), che si contraddistingue dall’alta croce di ferroIl rifugio Mariotti collocata nel 1901 e da una piccola statua della Madonna (ulteriori informazioni sono presenti nell’itinerario Lagdei – monte Marmagna). Da qui prendiamo il sentiero facile che porta al Lago Santo in meno di un’ora, dove ci fermiamo a “pigrottare” un pò gustandoci qualche dolcetto rimasto nello zaino. Approfittiamo della fontana per riempire le borracce, ormai vuote, e ci incamminiamo sul sentiero panoramico in discesa che ci riporta esattamente nel punto dove avevamo lasciato l’auto. 17/09/2011. Per visualizzare altre foto: link.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Lago Santo1
  2. Orsaro e Marmagna 1
  3. Orsaro e Brusà
  4. Lago Santo 2
  5. Sillara e Matto
  6. Orsaro e Marmagna 2
  7. Tavola e Fosco
  8. Passo del Lagastrello
  9. Monte Tavola