Morbegno - Passo San Marco (Sondrio)

Località di partenza Morbegno (262 m) - Sondrio
Lunghezza 54 km
Quota massima 1992 m Passo San Marco
Dislivello complessivo in salita 1730 m
Ciclabilità 100% asfalto (20% sterrato con deviazione Via Priula)
Arrivo Morbegno (262 m) - Sondrio
Acqua lungo il percorso SI
Parcheggio libero Morbegno, prima di imboccare la strada per il passo San Marco - Link

Come arrivare: da Sondrio si prende la SS38 fino ad arrivare a Morbegno. Arrivati in paese si gira a sinistra imboccando Via Morelli percorrendola tutta. Arrivati al bivio si gira a destra su Via Guglielmo Felice Damiani e poi subito a sinistra attraversando Piazza Sant'Antonio. Si passa sotto un grosso palazzo e poco dopo, sulla destra c'è il parcheggio gratuito.

Partiamo da Morbegno alle ore 8.00, siamo in tre: Fabrizio, Giovanni e Loredana. Lasciamo l’auto nel parcheggio libero di fronte alla caserma dei carabinieri e iniziamo subito a salire all’ombra dei castagni. Fino ad ArzoAlbaredo la salita è costante e con poca pendenza. E’ possibile fare rifornimento d’acqua lungo tutto il percorso: la prima fontanella si incontra ad un paio di km da Morbegno, presso il Tempietto degli Alpini. Consigliamo di fare la gita in un giorno feriale, soprattutto per evitare il traffico intenso del fine settimana. Arrivati ad Arzo (721 m) facciamo una sosta per fotografare l’affresco sulla facciata della chiesa. Poco più avanti, a Campoerbolo (840 m) c’è un grosso agrifoglio, censito fra gli alberi monumentali della provincia di Sondrio. Ad Albaredo (910 m) ci fermiamo nella piazza centrale dove notiamo l’affresco, di fianco alla fontanella, raffigurante il paese di Albaredo che si affaccia sulla laguna di Venezia. Il leone di San Marco al centro della piazza ci ricorda che questo era un possedimento della Serenissima. Da qui imbocchiamo la via Priula, costruita tra il 1590 e il 1592 sulla base del progetto ideato Sul passo di San Marco: da sinistra Giovanni, Loredana e Fabriziodal podestà Alvise Priuli, un tempo utilizzata per gli scambi commerciali dalla Serenissima verso l’Europa. In questo tratto la via ha una forte pendenza per circa un km, finché si ricongiunge alla strada provinciale n. 8 che ci condurrà al passo San Marco. Continuiamo la salita per circa una decina di km costeggiando la montagna e dopo aver passato un breve falsopiano incontriamo sulla sinistra una casera a quota 1700 m dove riempiamo la borraccia con acqua fresca. Consigliamo di assaggiare il famoso formaggio “bitto”, fatto con latte intero di mucca misto a latte di capra. Da qui la strada inizia a salire più ripida e si affrontano alcuni tornanti dai quali si può godere di una vista spettacolare. Il passo è vicino e, dopo aver percorso 27 km di salita con dislivello di 1730 m, ci appare dopo l’ultima curva con l’immagine di una stele di pietra sormontata da un aquila a quota 1992 m. Dopo aver fatto la foto di rito sotto il cartello cerchiamo un posticino riparato dal vento per mangiare i panini. La giornata è molto bella e dopo circa un’oretta riprendiamo la discesa. Poco prima di Albaredo deviamo sulla destra e imbocchiamo un altro pezzo della via Priula. Lungo il Via Priulapercorso troviamo tratti asfaltati e tratti sterrati fino alla ricongiunzione con la strada provinciale che ci riporta nella piazza di Albaredo. A Campoerbolo lasciamo la strada provinciale e riprendiamo la via Priula. Dopo aver percorso qualche centinaio di metri la strada diventa impraticabile perchè il passaggio è ostacolato dalla presenza di rovi e ortiche. Ci rammarichiamo del fatto che questa via storica e unica nel suo genere sia così mal conservata. A fatica, dopo un paio di km, arriviamo in un punto pedalabile e riprendiamo la discesa verso Morbegno. Purtroppo dell’antico lastricato è rimasto ben poco e solo un breve tratto, in ricordo dello splendore di un tempo, è ancora ricoperto di antiche pietre. Alla fine del percorso ci ritroviamo nel centro di Morbegno e con poche pedalate giungiamo al parcheggio dove avevamo lasciato la macchina. 27/07/2009.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Costiera dei Cech 1
  2. Passo San Marco
  3. Rifugio Benigni
  4. Costiera dei Cech 2
  5. Monte Bassetta
  6. Pescegallo
  7. Bivacco Bottani
  8. Lago di Spluga