Val di Campo: Sfazù – Rifugio Saoseo – Camp – Lago Viola – Lago Saoseo (Poschiavo - Svizzera)

Località di partenza Sfazù (1622 m) Poschiavo - Svizzera
Lunghezza 13,6 km
Quota massima 2170 m Lago Viola
Dislivello complessivo in salita 679 m
Arrivo Sfazù (1622 m) Poschiavo - Svizzera
Acqua lungo il percorso SI - Selva - Lungacqua
Parcheggio gratuito Sfazù - LINK
Traccia GPX LINK
Mappa e profilo altimetrico LINK

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SS38 fino a Tirano e dopo il Santuario della Madonna, alla rotonda, si gira a sinistra verso Campocologno. Oltrepassata la frontiera Italia/Svizzera a Campocologno si seguono le indicazioni per Poschiavo e poi si prosegue per il passo del Bernina. Arrivati a Sfazù, sulla sinistra c'è un ampio parcheggio.
Un tratto della strada verso l'Alpe CampLasciamo l’auto nel parcheggio, attraversiamo la SS29 del Bernina e imbocchiamo la carrareccia ricoperta di neve ben battuta che conduce all’Alpe Campo. La segnaletica verticale indica Rifugio Saoseo CAS (ore 1,15) e Camp (ore 1,30). Mettiamo subito i ramponi e cominciamo la salita. Sono le ore 10:30 e la prima parte del percorso è ancora in ombra. I primi 300 metri hanno una pendenza media del 14,1% mentre i successivi 700 metri, hanno una pendenza media dell’11,1%. Arrivati alle prime case di Selva (1741 m) proseguiamo il cammino, sempre in salita e all’ombra. La carrareccia è perfettamente tenuta e senza difficoltà camminiamo spediti, grazie ai ramponi, raggiungendo le case di Salina (1890 m) dopo aver percorso 1,8 km con pendenza media dell’8,2%. Proseguiamo mantenendoUn tratto della carrareccia verso l'Alpe Camp il torrente sulla nostra sinistra fino ad arrivare a Lungacqua dove sulla destra sorge il Rifugio Saoseo CAS (1985 m). Continuiamo a camminare, la pendenza si fa più accentuata e arriviamo all’Alpe Camp (2064 m) dopo aver percorso circa 660 metri con una pendenza media dell’11%. Dalla partenza a qui abbiamo percorso 4,9 km con una pendenza media del 9%. Finalmente il sole inizia a scaldare, e proseguiamo il cammino solo con la maglia tecnica. La segnaletica verticale indica a destra Lagh da Saoseo (0,10 ore), Lagh da Scispadus (0,10 ore), Lagh da Val Viola (0,30 ore) e Pass da Val Viola (1,15 ore) mentre a sinistra Lagh da Roan (1,30 ore), Pass da Val Mera (2 ore) e Alpe Vago (4 ore). Lago ViolaEravamo stati all’Alpe Vago e il Passo di Val Mera in una nostra precedente escursione partendo da Livigno (LINK). Giriamo a destra e proseguiamo verso il Lago Viola percorrendo un sentiero abbastanza in piano e non molto battuto. Camminiamo con attenzione affondando ogni tanto nella neve, entriamo in un bel bosco di larici e dopo aver percorso 1,8 km con pendenza media del 6,1% arriviamo al bivio per il Lago Viola. Il lago è coperto interamente dalla neve, proviamo a raggiungerne la riva ma dobbiamo rinunciare perché affondiamo di oltre 70 cm nella neve non battuta. Non ci resta che ripercorrere a ritroso lo stesso sentiero fino al bivio dove la segnaletica verticale indica a sinistraLago Saoseo il Lago Saoseo, mentre proseguendo dritto si arriva nuovamente al rifugio Camp. Giriamo a sinistra e percorriamo in discesa il tratto più impegnativo dell’intero percorso. Il primo tratto è ben battuto ma giunti al bivio la situazione cambia. Sono passati pochi escursionisti e hanno lasciato grosse buche nella neve che in questo punto è abbastanza alta, oltre il metro. Con attenzione avanziamo su questa ripida discesa affondando varie volte e pensiamo che per questo tratto sarebbero state più indicate le ciaspole. Finalmente giungiamo sulle rive del Lago Saoseo (2028 m) anche questo ricoperto di neve. Eravamo stati qui in autunno e avevamo fotografato le sue limpide acque e i magnifici colori Verso il Rifugio Saoseoautunnali dei larici (LINK). Giriamo a destra e proseguiamo fino al bivio dove la segnaletica verticale indica dritto Rifugio Sasoseo (0,15 ore) e Sfazù (1,15 ore). Il primo tratto è in discesa, camminiamo fra cumuli alti di neve molto alti e poi risaliamo un breve tratto che ci conduce in mezzo al bosco. Il sentiero è ben battuto e camminiamo senza difficoltà con i ramponi. Dopo un tratto in falsopiano all’interno del bosco inizia una veloce discesa che in poco tempo ci permette di raggiungere il Rifugio Saoseo (1985 m). Dopo pochi passi ci immettiamo sulla carrareccia che avevamo percorso all’andata, in località Lungacqua, giriamo a sinistra e percorrendo la stessa carrareccia dell’andata raggiungiamo il parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. 30/12/2019. Per visualizzare altre foto: LINK

Altri itinerari nei dintorni
  1. San Romerio - MTB
  2. Lago Viola - MTB
  3. Albertusc
  4. San Romerio - ciaspole
  5. Lago Viola - ciaspole
  6. Cavaione
  7. Lagh dal Teo
  8. Passo del Bernina
  9. St. Moritz
  10. Passo di Val Viola
  11. 431 - Selva - Torn
  12. Col d'Anzana
  13. Val dal Fain
  14. Lago di Poschiavo
  15. Val di Campo - Trek
  16.  Laghi Viola e Saoseo - ciaspole
  17.  
  18.