Davos - Fluela Pass - Susch - Zernez - S-Chanf - Punt Muragl (Contone Grigioni - Svizzera)

Località di partenza Davos (1557 m) Svizzera
Lunghezza 69 km
Quota massima 2383 m Fluela Pass
Dislivello complessivo in salita 1530 m
Arrivo Punt Muragl (1738 m) Svizzera
Ciclabilità 100% - 80% asfalto e 20% sterrato
Acqua lungo il percorso SI - Susch – Zernez –  S-Chanf - La Punt Chamues
Parcheggio a pagamento Kurgartenstrasse - Link
Traccia GPX LINK
Mappa e profilo altimetrico LINK

Come arrivare: da Sondrio si percorre la SP38 fino a Tirano. Al santuario della Madonna di Tirano, alla rotonda si gira a sinistra e si prosegue verso la dogana di Campocologno. Si continua per Poschiavo, Passo del Bernina, Samaden – Zernez e Susch dove si gira a sinistra e si seguono le indicazioni stradali per Davos. Si prosegue sulla strada n.28, si oltrepassa il Fluela Pass e si arriva a Davos. Si continua sulla Promenade in direzione del centro e giunti all’incrocio con Kurgartenstrasse si gira a sinistra e dopo poco c’è il parcheggio.
Davos: Seehof SeeliDopo un’abbondante colazione iniziamo a pedalare direttamente dall’hotel dove abbiamo pernottato. Imbocchiamo la Promenade e proseguiamo in direzione del centro fino a Postplatz dove giriamo a destra e scendiamo verso la stazione ferroviaria. Proseguiamo su Talstrasse fino al Seehof Seeli dove facciamo una sosta per fotografare la grande fontana corredata di sculture con l’ombrello. Rimontati in sella percorriamo a ritroso la stessa strada fatta il giorno prima dirigendoci al Fluelapass. Iniziamo la salita e notiamo subito che la pendenza è più “morbida”. La giornata è molto bella e ci sono già 12° Celsius e così ci fermiamo per La strada che conduce al Fluela Passtogliere le giacche antivento, i guanti lunghi e i gambali. Siamo all’altezza della fermata Stilli e iniziamo la salita verso il Fluela Pass. Notiamo subito che la pendenza è minore, infatti pedaliamo per i primi 6,2 km con una pendenza media del 5,8% superando un dislivello di 355 metri arrivando alla Tschuggen Kapelle a quota 1935 metri. Da qui la salita si fa più dura e affrontiamo i successivi 2 km con una pendenza media del 7,5%. Proseguiamo sempre in salita per altri 2,7 chilometri con pendenza media dell’7,8% giungendo alla base degli ultimi due tornanti prima del Passo. Siamo a quota 2296 metri Gli ultimi due tornanti prima del Fluela Passe manca poco per arrivare al Passo. Affrontiamo l’ultimo chilometro con una pendenza media dell’8,6% allietati dal suono del corno alpino suonato da un ragazzo del posto e finalmente giungiamo al Fluelapass (2383 m). Ricapitolando, da Stilli a qui abbiamo percorso 12,1 km superando un dislivello di 800 metri con una pendenza media del 6,6%. Ci fermiamo a scattare parecchie foto perché la giornata di oggi è veramente magnifica. Indossiamo il giubbetto antivento e ci lanciamo in una lunga ed entusiasmante Fluela Passdiscesa fino a Susch dove ci fermiamo per ricaricare le borracce d’acqua fresca. Sempre su asfalto raggiungiamo Zernez e fino a qui abbiamo percorso la stessa strada del giorno prima. Decidiamo di continuare il nostro itinerario percorrendo il sentiero sterrato che corre dalla parte opposta dei paesi che avevamo visitato il giorno precedente e cosi continuiamo dritto seguendo la segnaletica stradale indicante Ofenpass, Bozen e Livigno. La segnaletica verticale per le biciclette segnala per il percorso n. 27 Mals Italien (52 km) e Ofenpass (22 km) mentre il percorso n. 6 St. Moriz (39 km) e La Punt (23 km). Seguiamo il n. 6 fino a Prà da Punt (1485 m) Un tratto di strada dal Fluela Pass a Susche ci fermiamo sulla panchina posizionata prima del ponte di legno sul torrente Spol per mangiare un panino e le banane, godendoci il magnifico panorama. Dopo questa pausa ristoratrice rimontiamo in sella, attraversiamo il ponticello di legno e imbocchiamo la pista ciclabile. Inizia lo sterrato formato da terra battuta ricoperta da un leggero strato di ghiaietto dove la nostra ruota, misto strada, scorre velocemente. Affrontiamo una serie di salite più o meno lunghe alternando tratti di sterrato con tratti di asfalto e giungiamo a S-Chanf dopo aver percorso 15 km e superato un dislivello di Un tratto della pista ciclabile verso Samaden386 metri. Attraversiamo il ponte sull’Inn e ci fermiamo alla fontana per ricaricare le borracce con acqua fresca. Attraversiamo il paese e poi giriamo a sinistra seguendo la segnaletica verticale delle biciclette. Attraversiamo il ponte sull’Inn e procediamo per un breve tratto a fianco della strada 27, ma su sede protetta. Continuiamo sulla ciclabile, costeggiamo il campo da golf e arriviamo a La Punt Chamues (1690 m). Attraversiamo il paesino, costeggiamo un piccolo laghetto dall’acqua limpidissima e proseguiamo su sterratoIl tratto di ciclabile che costeggia il torrente Flaz mantenendo l’Inn sulla nostra destra. Continuiamo a pedalare in tutta sicurezza godendoci il paesaggio fino ad arrivare lungo le sponde del Lej da Gravatscha, un altro lago dall’acqua limpida. Proseguiamo l’itinerario costeggiando un campeggio, attraversiamo il ponte sul torrente Flaz e giriamo subito a sinistra riprendendo lo sterrato. Fotografiamo l’aeroporto dell’Engadina, la cui pista costeggia Samaden, e proseguiamo fiancheggiando il torrente Flaz fino ad arrivare a Punt Muragl dove avevamo lasciato l’auto il giorno precedente. 13/09/2019. Per visualizzare altre foto: LINK

Altri itinerari nei dintorni
  1. Passo Maloja e Val Roseg
  2. Chamanna Segantini
  3. Laghi di Sils e St. Moritz 
  4. Punt Muragl - Fluela Pass
  5. Davos - Fluela Pass
  6.