Giro del Karwendel: Scharnitz – Karwendelhaus – Hinteriss – Vorderriss - Mittenwald (Innsbruck - Austria)

Località di partenza Scharnitz (964 m) Innsbruck Austria
Lunghezza 78,9 km
Quota massima 1803 m Hochalmsattel
Dislivello complessivo in salita 1376 m
Ciclabilità 100% - 65% sterrato e 35% asfalto
Arrivo Scharnitz (964 m) Innsbruck
Acqua lungo il percorso SI - prima del Karwendelhaus – Falkenhutte – Wallgau - Mittenwald
Parcheggio a pagamento Hinterautalstrasse (12 ore 4 euro - 1 giorno 6 euro) - Link
Traccia GPX LINK
Mappa e profilo altimetrico LINK

Come arrivare: dall’Italia si oltrepassa la frontiera del Brennero seguendo le indicazioni stradali per Innsbruck. Si prosegue sulla A12 fino all’uscita 87 Zirl Ovest dove si imbocca la 177 in direzione di Seefeld in Tirol e Garmisch Partenkirchen. Si affronta una durissima salita fino a Seefeld in Tirol poi si prosegue, sempre sulla 177 fino a Scharnitz. Giunti all’incrocio con Hinterautalstrasse si gira a destra e dopo poco si trovano parcheggi a pagamento.
Un tratto della carrareccia verso il KarwendelhausLasciamo l’auto nel parcheggio della Gastehaus Arnspizblick, ci lanciamo in discesa, giriamo a sinistra e poi ancora a sinistra e andiamo a imboccare la strada che conduce al Karwendel Runde. Per chi parte dal parcheggio deve procedere sulla Hinterautalstrasse fino all’incrocio con la Inrain Karwendelhaus, girare a sinistra e iniziare la salita. Dopo poco la strada diviene sterrata, il tipico sterrato in terra battuta ricoperto da un leggero strato di pietrisco. Dopo 1,2 km di sterrato con una pendenza media del 9% ci fermiamo al primo punto panoramico dove fotografiamo il torrente Karwndelbach. Rimontati in sella proseguiamo per altri 11,7 km in falsopiano fermandoci di tanto in tanto per scattare fotografie al magnifico paesaggio circostante. La ciclabile è perfetta e la si potrebbe percorrere benissimo con una gravel fino al Karwendelhaus. Il tipico colore azzurro trasparente dell’acqua In vista del Karwendelhausdel torrente Karwndelbach contrasta nettamente con il verde dei prati e il grigio delle pareti di roccia. Iniziamo la salita lunga 5,1 km superando un dislivello di 426 metri con una pendenza media dell’8,3%. Durante la salita, dove affrontiamo ben otto tornanti, oltrepassiamo una fontana, fotografiamo il rifugio e la Hochalmkapelle. Giunti al Karwendelhaus (1790 m) ci affacciamo dalla terrazza e fotografiamo la valle sottostante ben delineata dalla carrareccia che abbiamo appena percorso in salita. Rimontiamo in sella, arriviamo nel punto più alto dell’itinerario di oggi, l’Hochalmsattel pass (1803 m) e fotografiamo la valle che si trova dalla parte opposta del rifugio, ovvero quella che percorreremo in discesa. Nel primo tratto bisogna La carrareccia percorsa per arrivare al Karwendelhausprestare attenzione perché il fondo è composto da ghiaione e in alcuni punti la ruota della MTB affonda facendo sbandare la bicicletta. Procediamo molto concentrati e ci fermiamo di tanto in tanto per scattare fotografie al paesaggio che anche da questo lato è spettacolare. Dopo una serie di tornanti arriviamo a Falkenhutte dove ci fermiamo alla fontana per ricaricare le borracce con acqua fresca. Il posto è molto bello e approfittiamo dell’ombra di un grosso albero per mangiare i panini e riposarci. Dopo questa sosta ristoratrice rimontiamo in sella e proseguiamo in discesa. Sulla nostra destra possiamo vedere il torrente Johannesbach che scorre impetuoso fra le pareti rocciose. Sempre in discesa, su stupenda carrareccia dal fondo battuto, ci portiamo sull’altra sponda del torrente e giungiamo in un punto dove ci Il paesaggio dal Karwendelhausfermiamo per fotografare l’impressionante gola scavata nella roccia. Poco oltre si trova un punto panoramico che consente una bella visione della gola ma bisogna stare attenti perché il passaggio è un po’ esposto. Dopo questa sosta continuiamo la discesa, attraversiamo il ponte sul torrente Rissbach, ci immettiamo sulla L282 e giriamo a sinistra in direzione di Hinterriss. Pedaliamo velocemente su questa strada senza traffico fino ad arrivare a Hinterriss, dove facciamo una breve sosta per decidere se percorrere la classica del Karwendel runde oppure proseguire verso Vorderiss. Alla fine decidiamo di procedere verso Vorderriss, anche perché il giro classico l’avevamo già percorso nel 2007 durante la nostra prima biciclettata sul Karvendel. Pedaliamo velocemente per 10,7 km in Il primo tratto di discesa verso Falkenhutteleggera discesa fino ad arrivare a Vorderriss, dove attraversiamo il ponte sull’Isar e giriamo a sinistra. Percorriamo altri 11,7 km in falsopiano, alternando alcune brevi salitelle con altrettante discese, fino ad arrivare alle porte di Wallgau. Lasciamo l’asfalto, giriamo a sinistra e percorriamo un tratto di sterrato che costeggia il campo da golf. Entriamo a Wallgau (874 m) fermandoci alla fontana per ricaricare le borracce con acqua fresca. Eravamo stati qui il giorno prima per effettuare il giro del lago Walchensee (LINK). Attraversiamo la strada seguendo la tipica segnaletica verticale di colore verde della Germania indicante Mittenwald (11 km). La strada costeggia le caratteristiche e molto suggestive case dipinte. Usciamo dal paese e proseguiamo fino a Krun. Il bello di questi luoghi è che ci sono moltissime pisteUn tratto di ciclabile verso Mittenwald ciclabili e così per raggiungere Mittenwald si può decidere se proseguire seguendo la ciclabile dell’Isar, in pianura, oppure accorciare il percorso facendo un po’ di salita. Noi optiamo per la salita e così all’incrocio proseguiamo dritto sulla Hochstrasse, ignorando la segnaletica verticale dell’Isar radweg. Sottopassiamo la B2 e in salita percorriamo 330 metri con una pendenza media dell’8,2% arrivando alla piccolissima chiesetta dedicata a Maria Rast Auf den Buckelwiesen, dalla quale si gode un panorama meraviglioso verso il lago Bamsee. Proseguiamo il nostro giro su un tratto di strada molto panoramico e siamo contenti della nostra scelta per raggiungere Mittenwald. Passiamo a fianco del Schmalensee e velocemente raggiungiamo Mitenwald (920 m) e la chiesa di St. Peter Paul. Con le bici a La via centrale di Mittenwaldfianco percorriamo la via centrale costeggiata dalle case con le facciate affrescate. Facciamo tappa in una pasticceria dove acquistiamo due belle fette di Donauwelle, un dolce molto buono e altrettanto nutriente che ricorda un po’ il dolce tipico della Baviera della Foresta Nera fatto di pan di spagna, panna, amarene e cioccolato. Continuiamo a camminare sulla via centrale, dove ci sono tre fontane, e poi rimontiamo in sella e raggiungiamo il Kurpark. Il parco è molto bello, l’erba ben rasata, le aiuole piene di fiori e le panchine sistemate in diversi luoghi lo rendono un luogo dove passare piacevoli momenti. Noi ci dirigiamo sotto il gazebo sistemandoci su una panchina all’ombra e approfittiamo Mittenwald: una casa affrescatadella pausa per mangiare le paste appena acquistate. Proseguiamo la nostra visita del parco con le biciclette a mano e notiamo una vasca dedicata al percorso Kneip, un laghetto con i pesci e un paio di scacchiere dove i turisti possono divertirsi e passare il tempo libero. Finita la visita rimontiamo in sella e proseguiamo il nostro itinerario andando a prendere la pista ciclabile che ci condurrà a Scharnitz. Avevamo percorso questa ciclabile il primo giorno durante il percorso verso le gole del Leutascher (LINK) e così, essendo la ciclabile in falsopiano, raggiungiamo velocemente Scharnitz. 23/07/2019. Per visualizzare altre foto: LINK.

Altri itinerari nei dintorni
  1. Giro del Karwendel
  2. Giro del Walkensee
  3. Giro dei laghi
  4. Gole del Leutascher
  5. Igelsee - Garmisch - Geroldsee
  6. Fonti dell'Isar