Mittenwald – Gole del Leutascher – cascata del Leutascher (Garmisch-Partenkirchen - Baviera - Germania)

Località di partenza Mittenwald (890 m) Baviera - Germania
Lunghezza 6,1 km
Quota massima 1061 m
Dislivello complessivo in salita 191 m
Arrivo Mittenwald (890 m) Baviera - Germania
Acqua lungo il percorso NO
Parcheggio a pagamento Innsbruckerstrasse (3 euro al giorno) - Link
Traccia GPX LINK
Mappa e profilo altimetrico LINK

Come arrivare: dall’Italia si oltrepassa la frontiera del Brennero seguendo le indicazioni stradali per Innsbruck. Si prosegue sulla A12 fino all’uscita 87 Zirl Ovest dove si imbocca la 177 in direzione di Seefeld in Tirol e Garmisch Partenkirchen. Si affronta una durissima salita fino a Seefeld in Tirol poi si prosegue, sempre sulla 177 si oltrepassa Scharnitz, la frontiera Austria – Germania. La B177 diviene la B2, si arriva a Mittenwald, si prende la prima uscita e si imbocca la Innsbruckerstrasse. Poco prima del ponte sull’Isar si trova un parcheggio a pagamento.
ScoiattoloLasciamo l’auto nel parcheggio e ci incamminiamo lungo la Innsbruckerstrasse. Appena attraversato il ponte sull’Isar giriamo a sinistra e seguiamo la segnaletica verticale indicante Leutasch (ore 1), Gletscherschliff (ore 0,30) e Leutascher Geisterklamm (ore 0,15). Ci incamminiamo su questa carrareccia sterrata dal fondo compatto e ricoperto da un leggero strato di pietrisco. Camminiamo mantenendo il torrente Muhlbach sulla nostra sinistra e rapidamente raggiungiamo l’ingresso alle cascate del Leutascher. Sono le ore 8:30 e la biglietteria è chiusa. Decidiamo di proseguire il giro incamminandoci lungo il sentiero che conduce alle gole. Imbocchiamo il sentiero sulla nostra destra, guardando la biglietteria, e iniziamo la salita. Il sentiero è Un tratto del sentiero verso le gole del Leutascherun’opera d’arte. sono stati creati vari tornanti utilizzando dei tronchi e il tutto è stato ricoperto da terra battuta e ricoperta da un leggero strato di pietrisco così come per la carrareccia. Lungo il sentiero si trovano vari pannelli didattici, in tre lingue, che spiegano in maniera simpatica e adatta ai bambini, come si sono formate le gole. Ad esempio “Durante i seguenti sentieri il folletto sfoglia il diario delle età glaciali. Per alleviare gli sforzi della salita racconta ad ogni serpentina un episodio della storia infinita dell’età glaciale delle Alpi. Noi cominciamo dall’anno 2003, quando a causa di un eccezionale inverno mite ed un’estate molto calda, si registrarono sulle Alpi delle considerevoli riduzioni di Un tratto delle passerelle metallichemasse di ghiaccio. L’intero volume di tutti i ghiacciai dell’arco alpino, in confronto al 1850, si ridusse della metà.” Nel bosco si incontrano scoiattoli che fanno capolino fra i tronchi degli alberi di faggio e non hanno paura dell’uomo. Percorriamo questo magnifico sentiero fino ad arrivare all’ingresso delle gole dove inizia la passerella metallica. Questa opera di alta ingegneria, lunga circa 900 metri, è tutta sospesa lungo la gola, ancorata alle pareti rocciose tramite tiranti e barre metalliche. Due ponti Un ponte sulle gole del Leutascherpermettono di spostarsi da una parete all’altra della gola e offrono dei panorami mozzafiato. Nel punto più alto la gola è profonda 75 metri e si sente forte il rumore dell’acqua che si infrange sulle rocce. La Geisterklamm viene definita “un sentiero senza confini nel regno dello Spirito della Gola”. Procediamo lentamente ammirando questo capolavoro fermandoci spesso per scattare fotografie. Lungo il percorso ci sono varie postazioni che propongono esperimenti interattivi dove “ascoltare” lo “Spirito della Gola” o “richiamare la sua attenzione”. Finita la visita proseguiamo lungo la carrareccia in terra battuta ricoperta da un leggero strato di pietrisco e troviamo altri pannelli didattici e postazioni particolari. La prima che incontriamo è una rappresentazione di Stonehenge fatta con tronchi d’albero. Proseguiamo lungo questa comoda carrareccia che si snoda all’interno Un tratto delle passerelle metallichedel bosco, passiamo la frontiera fra Austria e Germania e ci fermiamo presso un’altra postazione dove sono stati collocati tre tipi di specchi “deformanti”. Continuiamo in discesa fino ad arrivare al Gletscherschliff dove si trova un bel punto panoramico. Continuiamo in discesa e ci fermiamo su una panchina all’ombra per mangiare due grosse fette di strudel. Dopo questa sosta ristoratrice proseguiamo il cammino arrivando davanti all’ingresso delle cascate del Leutascher. Acquistiamo i biglietti (3 euro a persona) e ci incamminiamo su una bella Le passerelle in legno verso la cascatapasserella di legno che si fa strada nella stretta gola. L’acqua è così trasparente che si riescono a vedere le trote giocare nella corrente. Lungo il percorso scattiamo molte fotografie, sia alle pareti rocciose verticali sia all’acqua che ribolle nella gola. Alla fine della passerella si può ammirare la cascata del Leutascher alta circa 23 metri. Oggi è una giornata molto calda ed è piacevole farsi spruzzare dall’acqua vaporizzata della cascata. Percorriamo a ritroso la passerella di legno fino all’ingresso e poi, seguendo lo stesso sentiero del mattino ritorniamo verso il parcheggio. Giunti al ponte decidiamo di fare una vista di Mittenwald e così giriamo a sinistra e proseguiamo verso il centro. Per chi volesse tornare al parcheggio, gira verso La cascata del Leutascherdestra e dopo pochi passi raggiungerà la propria auto. Mittenwald è un grazioso villaggio alpino che si trova ai piedi dei monti del Karwendel ed è famoso per le sue belle case affrescate. Nel 1786 vi soggiornò Goethe mentre si recava in Italia per il suo famoso viaggio e la definì "un vivace libro illustrato". Alla fine del Seicento Matthias Klotz (1653-1743), allievo dei più famosi liutai cremonesi, introdusse l’arte della liuteria e ancora oggi si fabbricano strumenti musicali ad arco quali violini, violoncelli e contrabbassi. Sul fianco destro della chiesa parrocchiale di St. Peter und Paul si trova il monumento eretto in onore di Klotz. Finita la visita torniamo indietro fino al parcheggio dove avevamo lasciato l’auto. I chilometri segnati nella tabella non includono la visita di Mittenwald ma solamente il sentiero delle gole del Leutascher. 24/07/2019. Per visualizzare altre foto: LINK

Altri itinerari nei dintorni
  1. Giro del Karwendel
  2. Giro del Walkensee
  3. Giro dei laghi
  4. Gole del Leutascher
  5. Igelsee - Garmisch - Geroldsee
  6. Fonti dell'Isar